Barbara Berlusconi e il progetto Milan: "Prenderemo giovani e qualche top player"

Barbara Berlusconi nella lunga intervista rilasciata a FourFourTwoItalia si sbilancia circa il prossimo futuro del Milan e i piani immediati della dirigenza rossonera. I tifosi, stando alle parole della figlia del patron Silvio Berlusconi, possono dormire sonni tranquilli per il futuro, nonostante la stagione attuale assai avara di soddisfazioni per i colori del Milan che da anni avevano di che gioire.

Il nostro futuro si baserà su giovani talenti di tutto il mondo – esordisce Lady B – e perciò abbiamo aumentato il lavoro dei talent scout in tutto il mondo, ma senza dimenticare anche i top player che da anni hanno contribuito a rendere grande il Milan. Purtroppo la crisi, anche nel settore calcio, si fa sentire e le società di calcio devono essere viste anche come business perciò bisogna gestirle al meglio per evitare problemi economici e soprattutto per poter sperare che il calcio italiano si rialzi, ricordando che agli inizi del 2000 le squadre italiane contavano fatturati importanti”.

La dirigente del Milan si sofferma anche sul rapporto, ricco di alti e bassi, con Adriano Galliani: “Sì, c’è stato qualche confronto duro fino a qualche tempo fa, ma ora con Adriano lavoriamo in piena sintonia, gettando le basi a quelle che saranno le innovazioni numerose in vista della prossima stagione, a partire dallo staff dirigenziale dove qualche novità ci sarà certamente. Il progetto del Milan d’ora in avanti guarda all’aumento dei ricavi che non necessariamente devono giungere solo dalle cessioni dei grandi calciatori. D’altronde puntiamo anche su un nuovo stadio, il cui progetto è in fase di valutazione, ed eventualmente anche ad un museo rossonero, incrementando anche il marketing che spesso viene sottovalutato in Italia”.

Leggi anche: