Basta Gol Fantasma: al via l’era del ‘Goal-line Technology’

Basta ‘gol fantasma’, almeno ai Mondiali: tutto questo grazie alla tecnologia che nella rassegna iridata Brazil 2014 ha esordito di fatto con l’assegnazione del 2-0 alla Francia contro l’Honduras. Si chiama ‘goal-line technology’ ed è un primo passo della Fifa verso l’uso della tecnologia in campo. In sintesi, niente più arbitri ‘addizionali’ (più comunemente definiti di ‘porta’) ma un sistema sofisticato di 38 telecamere puntate sulla linea di porta che ‘aiutano’ concretamente l’arbitro in caso di ‘gol fantasma’.

Il sistema funziona così: nel momento in cui la sfera varca totalmente la linea di porta, il sensore lancia un ‘bip’ o una ‘vibrazione‘ all’orologio sul polso dell’arbitro,  che dunque può tranquillamente assegnare la rete senza la paura di essere smentito.

Un sistema infallibile che finalmente metterà la parola ‘fine’ al gol fantasma, che anche ai mondiali nelle edizioni passate hanno contribuito a fomentare polemiche e clamorose eliminazioni (vedi l’Inghilterra di Capello nel 2010).

Per il momento il 
‘goal-line technology’ sarà limitato all’uso in questo mondiale, ma non è da escludere che presto sarà adottato anche nei maggiori campionati nazionali e nelle coppe europee.

Leggi anche – > Mondiali 2014, Francia Honduras il 2-0 assegnato con il Goal Tecnology