Bayern-Juventus 4-2 (d.t.s.), Marotta: "Arbitraggio scandaloso"

Difficile digerire una “sconfitta-beffa” come quella di stasera per la Juventus, capace di dominare per oltre 70 minuti all’Allianz Arena di Monaco, per poi capitolare durante i tempi supplementari, per merito dei cambi di Pep Guardiola.

Nel post-partita, ha parlato ai microfoni di Sky Sport l’amministratore delegato bianconero, Beppe Marotta, che ha commentato così la bruciante eliminazione dalla Champions League: “Sono orgoglioso di come hanno affrontato questa gara allenatore e ragazzi, che hanno imposto il loro gioco su uno dei campi più difficili d’Europa, contro una delle candidate alla vittoria finale. E’ difficile commentare una sconfitta così, perché a un minuto e mezzo dalla fine avevamo la qualificazione in tasca”.

L’arbitraggio dello svedese Eriksson ha lasciato decisamente a desiderare: “Sono qui per parlare anche di questo. Non è ammissibile che l’arbitraggio non debba tutelare la Juventus o qualsiasi squadra italiana. Sia all’andata che a ritorno abbiamo subito delle decisioni arbitrali scandalose. Il gol annullato a Morata avrebbe chiuso il discorso, mettendo ancor più in discesa per noi il match. Negli spogliatoi non ha voluto sentire ragioni”.

Dopo una prestazione così importante, la Juve è entrata ufficialmente a far parte dell’èlite del calcio europeo: “Oggi voglio sottolineare particolarmente la prestazione di tutto il gruppo. Abbiamo fatto meglio dei nostri avversari nell’arco dei 180 minuti, possiamo andare lontano”.

TUTTE LE NOTIZIE SU BAYERN MONACO-JUVENTUS