Bayern-Milan 1 ottobre 2002: la prima vittoria a Monaco dei rossoneri (Video)

La storia del Milan è fatta di innumerevoli momenti di gioia ed esaltazione, partite che rimangono impresse nella memoria di chi le ha vissute in prima persona e di chi le ha semplicemente viste da spettatore. Bayern Monaco-Milan del 1 ottobre 2002 – 12 anni fa esatti – è una di queste partite. Una serata umida fa da sfondo alla terza giornata del Girone G di Champions League, in un Olympiastadion completamente gremito in ogni ordine di posto. Il Milan di Carlo Ancelotti, partito quell’anno con il turbo sia in campionato che in Coppa, si appresta ad affrontare i temibili teutonici del Bayern Monaco, squadra che i rossoneri non sono mai riusciti a sconfiggere in trasferta.

Carlo Ancelotti presenta per l’occasione un 4-3-2-1 pieno zeppo di fantasia e qualità, dove spiccano i nomi di Rui Costa e Rivaldo alle spalle dell’unica punta Filippo Inzaghi. Nel reparto arretrato la solida coppia centrale Nesta-Maldini e a centrocampo Gattuso, Pirlo e Seedorf per un mix di tecnica ed aggressività. I padroni di casa rispondono con un 4-4-2 con giocatori del calibro di Ballack, Zè Roberto e Pizarro, assieme alla vecchia conoscenza rossonera Giovane Elber, acquistato dal Milan nel 1991 ma mai utilizzato in partite ufficiali.

Agli ordini dell’arbitro scozzese Dallas le due squadre iniziano a studiarsi senza affondare subito il colpo, in un primo tempo avaro di emozioni dove si ricordano solo un paio di conclusioni dei bavaresi che non impensieriscono il portierone brasiliano Nelson Dida. E’ nella ripresa che la partita si accende del tutto con il Milan che sblocca il risultato al minuto 51: al limite dell’area Seedorf triangola con Rivaldo e chiude tale triangolazione servendo un assist impossibile da sbagliare per Super Pippo Inzaghi, che a porta vuota insacca portando in vantaggio la squadra di Ancelotti. Il gol di Inzaghi scuote il Bayern che appena 4 minuti dopo pareggia grazie ad un colpo di testa del gigante Pizarro ben imbeccato dalla destra dal bosniaco Salihamidzic. Il pareggio di Pizarro spaventa il Milan che inizia a soffrire pesantemente gli attacchi dei padroni di casa, i quali si rendono pericolosissimi in vari momenti con alcune conclusioni dalla distanza di Ballack ed Elber prontamente respinte da Dida.

Ad un quarto d’ora dalla fine del match Carlo Ancelotti inserisce Serginho al posto di Pirlo, un cambio che risulterà decisivo per la vittoria rossonera. Infatti, al minuto 84 Seedorf serve di tacco il nuovo entrato Serginho che, dopo essersi bevuto il difensore Kovac, piazza un fantastico cross al centro per il solito Inzaghi che colpisce di testa e manda alle spalle di Khan, per il nuovo e definitivo vantaggio milanista. Il gol di SuperPippo smorza totalmente la voglia di reagire dei tedeschi che non riescono a trovare piu’ il modo di impensierire la retroguardia rossonera. Il Milan si porta a casa i tre punti, ma soprattutto riesce a sconfiggere il Bayern Monaco tra le sue mura per la prima volta nella storia, al termine di una partita bellissima che si rivelerà fondamentale per il primato nel girone e, successivamente, per la vittoria della Champions League.

VIDEO BAYERN MONACO-MILAN 1-2

Leggi anche: