Bere acqua per dimagrire: ecco come fare per raggiungere l’obiettivo!

Bere acqua per dimagrire? Alla base di questa dieta c’è il dover bere due bicchieri di acqua prima di ogni pasto principale, considerando come pasto principale: colazione, pranzo e cena. Diversi studi dimostrano che i due bicchieri di acqua prima dei pasti aumentino di circa il 30% la velocità con cui l’organismo brucia calorie.
È stato dimostrato che bere acqua prima dei pasti aiuta a dimagrire perché aiuta a raggiungere più presto il senso di sazietà. Inoltre bere acqua favorisce l’accelerazione del metabolismo per cui ci aiuta realmente a perdere peso. Se nella nostra dieta giorno dopo giorno introduciamo tra i 6 e gli 8 bicchieri di acqua uniti ad un’attività fisica costante otterremo dei risultati concreti a beneficio anche di tutto l’organismo in quanto l’acqua depura il corpo dalle tossine e dalle scorie in eccesso. Nicola Sorrentino, dietologo italiano, ha scritto un libro sulla dieta dell’acqua in cui propone un programma alimentare di 30 giorni dove a ogni piatto viene associato il quantitativo giusto di acqua da bere e anche le tipologie di acqua, sì, perché le acque non sono tutte uguali.

A seconda del residuo fisso, le acque possono essere distinte in diverse categorie. Il residuo fisso è l’insieme di sostanze residue che derivano dall’ebollizione dell’acqua a una temperatura di 180 gradi.

Le acque oligominerali diuretiche si contraddistinguono per il ridotto contenuto di sodio e per la capacità di prevenire i calcoli ai reni. Sono utili per le diete dei soggetti che praticano sport a livello agonistico. Le acque medio minerali digestive sono importanti perché ricche di sali minerali, per questo sono consigliate in estate quando fa più caldo e il sudore comporta una perdita di sali minerali. Le acque bicarbonate vengono ritenute utili per migliorare le condizioni dell’acido gastrico, in quanto ricche di bicarbonato riescono a rendere più basico il ph dello stomaco. Le acque solfate sono acque ricche di zolfo tipiche delle terme.

Le acque calciche sono ricche di calcio, sono raccomandate nella prevenzione dell’osteoporosi e di altre malattie a carico del tessuto osseo. Le acque clorurate sono acque ricche di cloruro di sodio, hanno un’azione riequilibrante nei confronti del sistema intestinale, sul fegato e sulle vie biliari. Sono da evitare nei soggetti che soffrono di disturbi ai reni in quanto un eccesso di cloruro di sodio potrebbe portare alla formazione di calcoli renali.

Le acque magnesiache sono ricche di magnesio. Tale minerale è importante nella prevenzione delle patologie cardiache e dei disturbi del sistema circolatorio e contemporaneamente ha diversi benefici nei confronti del funzionamento del sistema nervoso. La dieta dell’acqua del Dottor Sorrentino predilige un’alimentazione sana e equilibrata, basata sulla dieta mediterranea e tendenzialmente vicina a quella vegetariana. Gli alimenti principali sono frutta, verdura e legumi abbinati ad una costante attività fisica che porta l’organismo a richiedere un quantitativo d’acqua maggiore per recuperare i liquidi persi attraverso il sudore.

La regola base della dieta dell’acqua è bere 8 bicchieri d’acqua al giorno (circa 2 litri):

  • 2 prima di colazione
  • 1 a metà mattina insieme allo spuntino
  • 2 prima di pranzo
  • 1 a merenda
  • 2 prima di cena

La cosa importante è bere sempre a stomaco vuoto in quanto condizione necessaria e sufficiente per bruciare i grassi.