Bere whisky fa male: Attenzione, ecco cosa succede

Il whisky è tra gli alcolici più conosciuti e consumati al mondo, però avendo una gradazione alcolica molto alta se consumato in eccesso può arrecare diversi disturbi e danni alla salute.

Bere troppo whisky può far nascere diversi problemi ai reni, allo stomaco, al fegato ed all’intestino, oltre a poter portare all’alcolismo.

Inoltre l’abuso di alcol può favorire il contrarre di diverse malattie, da quelle epatiche ai tumori.

Tutto questo però accade se si abusa di whisky così come delle altre bevande ad alto contenuto alcolico, perchè se bevuto in quantità molto moderate e non tutti i giorni, il whisky non crea particolari problemi alla salute.

Inoltre, il consumo moderato ed in linea con i suggerimenti del medico, soprattutto in pazienti senza particolari problematiche di salute, produce diversi effetti benefici al nostro organismo. Vediamo nel dettaglio cosa c’è da sapere su una delle bevande alcoliche più consumate.

Un bicchiere al giorno di whisky fa male?

Come già accennato bere whisky tutti i giorni è assolutamente sconsigliato, anche se si assume in piccole quantità, perchè deve essere consumato in modo molto moderato, ecco perchè il consiglio dei medici è quello di bere un bicchierino al massimo tre volte a settimana.

Naturalmente questi consigli riguardano soggetti sani, perché in presenza di malattie croniche, o patologie particolari, anche il consumo prima citato può essere pericoloso.

Inoltre va ricordato che il whisky come tutte le altre bevande alcoliche, non va consumato se si sta facendo uso di farmaci, perchè potrebbe andare a compromettere gli effetti benefici del farmaco sulla patologia di cui si è affetti, sia perché il binomio farmaci-alcol a volte produce effetti indesiderati anche molto pericolosi.

Il whisky ha dei benefici?

Sui benefici del whisky e degli altri alcolici definiti “secchi” esistono alcune teorie, le quali affidano proprio a queste bevande diversi effetti benefici ad esempio per quanto concerne il cervello.

Sempre sottolineando come siano le quantità a fare la differenza quando si parla di consumo di una qualsiasi bevanda alcolica, il primo effetto positivo che il whisky ha sul nostro organismo è sulla memoria. Alcol, etanolo e antiossidanti, che sono elementi presenti nel whisky, favoriscono il funzionamento del cervello. Il whisky inoltre, combatte lo stress e calma il sistema nervoso. Questi sono solo alcuni dei benefici che secondo le teorie questa bevanda altamente alcolica può donare all’organismo, ma essendo al momento solo una teoria, il consiglio è quello di bere con estrema moderazione il whisky come afferma invece la medicina che ha studiato a lungo i reali effetti che può avere sulla salute, che di buono hanno ben poco.