Boateng crede in Seedorf e non esclude un ritorno al Milan

In casa Milan si respira un’aria di rivoluzione. Le ultime sconfitte e la contestazione dei tifosi hanno incrinato i rapporti tra Seedorf e la sua panchina ormai messa in discussione anche dal presidente Berlusconi che nell’olandese ha sempre creduto tanto da chiamarlo a gennaio alla guida dei rossoneri pur non avendo esperienza al riguardo. Dalla parte di Seedorf si schiera un ex rossonero che, seppur militi in Germania adesso, è rimasto legato al Milan: Kevin Prince Boateng.

In quanto tifoso del Milan Boateng è un po’ dispiaciuto per quello che la sua ex squadra sta attraversando ma, allo stesso tempo, conosce molto bene Seedorf, con lui ha condiviso due anni fatti di gioie e dolori, ed è convinto che anche come allenatore l’olandese possa fare bene: Soffro un po’ nel vedere il Milan in questa situazione, perché sono ancora un suo tifoso ed è sempre nel mio cuore. Seedorf è sicuramente meglio come giocatore, visto che ha giocato per tanti anni, ma può essere un grande allenatore: ha solo bisogno di tempo. Non è semplice arrivare al Milan e cambiare tutto in poco tempo”.

Milan in crisi e Balotelli messo in discussione e questo, a parer di Boateng, è ciò che penalizza il numero 45 rossonero: “Mario è giovane e ha troppe pressioni su di lui. Se ha la testa sgombra da tutto, è un grande giocatore”. Infine non esclude un ritorno in rossonero“La Germania è casa mia, mi trovo molto bene qui, ma nel calcio non si sa mai. Al Milan ho vissuto tre anni fantastici ed è sempre nel mio cuore. Vedremo”.

Leggi anche-> ULTIM’ORA: Seedorf convocato in sede

Leggi anche-> Seedorf in dubbio: Berlusconi pensa a…

Leggi anche-> Compleanno Robinho: le più belle giocate del brasiliano (Video)