Bologna-Inter: I quotidiani felsinei contro la cessione di Capello

Nei giorni che precedono Bologna-Inter, partita di Campionato che si terrà domenica prossima al Dall’Ara, è inevitabile parlare degli ex calciatori che hanno militato nelle due squadre. Tra questi spiccano sicuramente tre nomi, che dal Bologna sono passati ai nerazzurri: stiamo parlando di Ishak Belfodil, Saphir Taider e il giovane Alessandro Capello.

Di questi tre calciatori ne ha parlato il quotidiano bolognese La Repubblica Bologna, utilizzando toni abbastanza duri verso la società felsinea. Secondo il suddetto quotidiano, la cessione di questi tre calciatori sarebbe riconducibile a “tre differenti peccati capitali dell’attuale gestione“. Tre differenti errori, dunque.

Taider

Per la cessione dell’attaccante Belfodil, La Repubblica Bologna parla di un investimento che poi è stato ritenuto sbagliato dalla società; per l’altro compagno della Nazionale Algerina Taider, si sarebbe trattato di un “sacrificio necessario“. Ma quello che il quotidiano non accetta è la cessione del giovane Capello, attaccante classe 1995, di cui il Bologna si è privato i primi di luglio 2013.

I toni del quotidiano verso la società emiliana sono molto critici e duri, riferiti alla cessione dell’attaccante non ancora maggiorenne: “E’ il simbolo della cronica impossibilità di programmare il futuro. La cessione della sua metà per un valore di 2.5 milioni ha generato una plusvalenza immediata di 5 milioni di euro, ma ha anche sollevato un interrogativo inquietante: come crescerà il Bologna, se ai suoi giovani non viene data nemmeno la possibilità di affacciarsi in prima squadra? Domande che ormai non si porranno questi tre figli della crisi rossoblù, adottati da una famiglia più generosa”.

TUTTO SU BOLOGNA-INTER

Leggi anche -> Bologna-Inter, Pioli rischia la panchina in caso di sconfitta

Leggi anche -> Video Bologna-Inter: vincere per rimanere in alto