Cagliari, Cellino ha venduto la società agli americani

Cellino ha venduto il Cagliari a degli imprenditori americani, degli Usa per la precisione, per una cifra che si aggira intorno agli 80-85 milioni di euro. Dopo ben 22 anni e diverse trattative, la scorsa notte si è dunque raggiunto un accordo e il Cagliari cambia proprietà. Intanto il suo vecchio presidente Cellino, intervistato dall’ANSA, si ritiene: “Felicissimo, adesso dovranno vedersela gli americani con la burocrazia”, ma sulla cifra della vendita non ha voluto dir nulla.

Per il momento non si conosce l’identità del gruppo statunitense, gli unici nomi noti sono quelli del rappresentante degli americani Luca Silvestrone, che ha portato avanti la trattativa, e quello dell’archistar statunitense Dan Meis, che si occuperà della progettazione del nuovo stadio Sant’Elia. Gli altri componenti del Fondo americano così come il nome del gruppo stesso non sono ancora stati resi noti.

Cellino ha venduto agli americani anche il Centro Sportivo Assemini, i terreni di Elmas, ma non la sede legale del Club, sita nel Viale La Playa, che resterà di sua proprietà. Da oggi inizia una nuova era in casa Cagliari, un’era a stelle e strisce.

Leggi anche-> Cagliari, la cordata americana è sbarcata in Sardegna

Leggi anche-> Cellino è il nuovo proprietario del Leeds: accolto l’Appello