Calcio e Musica: le canzoni dedicate ai calciatori

Calcio e musica formano un binomio quasi inossidabile. Tante le canzoni che hanno accompagnato le varie competizioni calcistiche, Mondiali in primis, tante quelle dedicate ai calciatori o con i loro nomi inseriti tra i versi. Molte anche le canzoni e le melodie utilizzate come inno della propria squadra dalle società. CalcioNow.it vi propone alcune delle canzoni che fanno parte della storia delle musica italiana e che sono legate al calcio e ai suoi campioni, suddividendole in tre categorie: canzoni legate alle competizioni calcistiche e con i nomi dei giocatori nel testo, canzoni dedicate ai calciatori e canzoni che presentano tra i versi i nomi di alcuni campioni del calcio.

Fanno parte della prima categoria, quella dedicata alle canzoni legate alle competizioni calcistiche, “Ossessione ’70” di Mina e “Maracanà” di Emis Killa:

  • “Ossessione ’70” è stata incisa nel 1972 e scritta per celebrare i Mondiali tenuti in Messico nel 1970. Presenta un testo nonsense contenente i nomi dei calciatori che hanno preso parte della spedizione azzurra. Il testo è di Fausto Cigliano, la voce è di Mina.

“Albertosi Albertosi/ Burgnich e Facchetti/ Con Bertini, Rosato e Cera… c’era un gol/ Domenghini e Mazzola/ Bonsinsegna e Rivera in panchina/ In panchina…..con Zoff (…)”

  • Facciamo un salto ampio 44 anni, cambiamo genere musicale, ci ritroviamo ai Mondiali in Brasile e, tra le colonne sonore di questa competizione, troviamo “Maracanà” di Emis Killa. Il rapper italiano cita Ronaldo, campione brasiliano, e Ibrahimovic, unico dei grandi assente. Non c’è, questa volta, l’elenco dei convocati del Ct azzurro come in “Ossessione ’70” o come riproposto da Fiorello, scherzosamente, con la spedizione di Prandelli sulla musica dell’Inno Nazionale.

” (…) Sognando di scendere in campo/ Mentre il dio del calcio lo guarda dall’alto/ Tira da scalzo pensando alla curva/ Segna esulta emulando Ronaldo (…)”
“(…) è il Mondiale dei Mondiali/ A parte Ibra non manca nessuno/ sono i numero uno (…)”

Nella seconda categoria, comprendente le canzoni interamente dedicate ai calciatori, CalcioNow.it vi propone “Diego Armando Maradona” di Francesco Baccini, “Gaetano e Giacinto” degli Stadio, “La coscienza di Zeman” di Antonello Venditti, “MB45” di Emis Killa:

  • Nella canzone “Diego Armando Maradona”, Fancesco Baccini ripercorre la storia del Pibe de Oro, bandiera del Napoli e colonna del calcio. Il brano è contenuto nell’album “Nomi e cognomi” pubblicato nel 1992.

“Timido/ Diego era un bambino molto timido/ Giocava a calcio nel suo vicolo/ Lurido/ E suo padre lo guardava/ Nel futuro già vedeva/ Napoli (bella Napoli…)/ Lontana mille e più km/ Si aspetta sempre dei miracoli/ Piccoli/ “E San Gennaro ha scelto proprio a te” (…)”.

  • “Gaetano è Giacinto” è la canzone attraverso la quale gli Stadio hanno voluto ricordare due campioni indiscussi del calcio italiano: Gaetano Scirea, libero e calciatore simbolo della Juventus e della Nazionale Italiana, e Giacinto Facchetti, anche lui una bandiera della Nazionale Italiana oltre che dell’Inter sua squadra di club. Il singolo “Gaetano e Giacinto” fu lanciato nel 2011 e anticipava l’album “Diamanti e caramelle”. Il ricavato dalle vendite del singolo venne devoluto alle fondazioni intitolate ai due campioni.

“(…) Gaetano e Giacinto sono due tipi che parlano piano/ Anche adesso, adesso che sono lontano/ Ma in questo frastuono è rimasta un’idea/ Un eco nel vento, Facchetti e Scirea (…)”

  • Ispirato dal romanzo di Italo Svevo, Antonello Venditti ha composto nel 2012 “La coscienza di Zeman”, canzone dedicata all’allora tecnico della sua Roma. Il cantautore italiano mette in versi il metodo dell’allenatore boemo, il brano però non porta fortuna a Zeman e alla Roma. Il tecnico, infatti, viene esonerato dai giallorossi.
  • “MB45” è stato realizzato da Emis Killa nel 2013. Nel brano, dedicato a Mario Balotelli, il rapper italiano si paragona a SuperMario sottolineando non solo il campione di calcio, ma anche l’immagine di bad boy.

“Piacere mi chiamo Emiliano ma chiamatemi Mario/ Definito il Balotelli del rap italiano (…)”
“(…) Per i figli sono un figo per le mamme un bad boy/ Sono ingestibile come Mario (…)”
“(…) Fermi tutti fate largo/ Questa sera c’è il numero uno in campo/ Perché sempre io? Why always me?/ Che vi piaccia o no sono made in Italy (come Mario) (…)”

Nella terza categoria, quella comprendente le canzoni che presentano nel testo nomi di calciatori, ricordiamo “Mio fratello è figlio unico” di Rino Gaetano, “Barbera e Champagne” di Giorgio Gaber, “Una vita da mediano” di Luciano Ligabue, “Marmellata #25” di Cesare Cremonini, “P.E.S.” dei Club Dogo feat Giuliano Palma.

  • Nel testo di “Mio fratello è figlio unico”, Rino Gaetano cita Giorgio Chinaglia, calciatore della Lazio famoso anche per la vita e le vicissitudini che lo hanno visto protagonista lontano dal campo. Il brano fa parte del 45 giri “Mio fratello è figlio unico/Sfiorivano le viole” pubblicato nel 1976.

“(…) Mio fratello è figlio unico/ Perché è convinto che Chinaglia/ Non può passare al Frosinone (…)”

  • “Barbera e Champagne” è un brano interpretato da Giorgio Gaber pubblicato nel 1972 e con nel testo il riferimento a Gianni Rivera, pilastro e capitano del Milan allenato da Nereo Rocco.

“(…) Com’eran tristi e soli quella sera/ Senza la donna a un tavolo di un bar/ Longo, Fanfani, Moro, e giù barbera/ Gianni Rivera, Mao, e giù champagne (…)”

  • Da ricordare assolutamente è la canzone “Una vita da mediano” in cui Ligabue cita Gabriele Oriali, ex mediano dell’Inter e della Nazionale Italiana, lodandone lo spirito di sacrificio sempre mostrato sul campo.

“(…) Una vita da mediano/ Lavorando come Oriali/ Anni di fatica e botte e/ Vinci casomai i Mondiali (…)”

  • Nel brano di Cesare Cremoni “Marmellata #25”, uscito nel 2005, trova spazio Roberto Baggio che il cantautore cita in riferimento alla sua esperienza tra le file del Bologna, squadra di cui Cremonini è tifoso.

“(…) Ah, da quando Senna non corre più/ Ah, da quando Baggio non gioca più/ Oh no no, da quando mi hai lasciato pure tu… / Non è più domenica/ E non si dimentica (…)”

  • Pubblicato nel 2012, “P.E.S.” è un brano rap che i Club Dogo hanno inciso in collaborazione con Giuliano Palma. Dal titolo si intuisce subito il riferimento al gioco per play station dedicato al calcio e che ha molto successo tra i giovani e gli appassionati di calcio. Non poteva quindi mancare nel testo la citazione di diversi campioni attuali tra cui Pato, Mexes, Messi, Valdes, Cristiano Ronaldo, Adebayor, Neymar.

“Sto lontano dallo stress/ Fumo un po’ e dopo gioco a P.E.S./ Pato, Mexes/ Messi, Valdes/ Fumo un po’ e dopo gioco a P.E.S. (…)”
“(…) Sono goleador zio, il boss del turnover/ Come Adebayor prima punta, numero 9! (…)”
“(…) Calcio Champagne, smarcato Neymar/ Pato goal profumato zio, Paco Rabanne! (…)”
“(…) King del divano sto al caldo/ Segno con Cristiano Ronaldo (…)”

Leggi anche: