Calciomercato Fiorentina – Pradè fa il punto della situazione

Il calciomercato Fiorentina è stato spiegato dal Direttore Sportivo Pradè durante una conferenza stampa, nella quale il dirigente ha toccato vari punti.

Le dichiarazioni di Pradè

Il Direttore Sportivo Daniele Pradè ha parlato in conferenza stampa facendo il punto sul calciomercato.

Sul discorso attaccanti: “Io sono contento della squadra che abbiamo. In rosa in questo momento ci sono 5 attaccanti, Cutrone, Chiesa, Kouamè, Ribery e Vlahovic. Ditemi voi… Per Kouamé abbiamo fatto un investimento importante a gennaio, così come per Cutrone. Su Vlahovic dobbiamo metterci d’accordo, per noi è un giocatore forte. E io voglio puntare su questo. Chiesa e Ribery non sono in discussione e per questo vi chiarisco cosa penso “.

Su Borja Valero: “Stiamo parlando e riflettendo, ci siamo presi 24 ore di tempo, vediamo come si evolve. Marco è un giocatore forte che ha bisogno di spazio, qui forse ne ha poco. Vediamo cosa vorrà fare. Borja è uno dei giocatori più forti comprati nella mia carriera”.

Discorso rinnovi: “In questo momento riguardano Milenkovic, Chiesa, Pezzella, Biraghi. Con Chiesa e suo padre il presidente è stato chiaro, a oggi non ci sono condizioni per venderlo e Federico si sta comportando benissimo. Oggi siamo ad inizio settembre, il 6 ottobre si parlerà di una situazione diversa. Riguardo agli altri tre ne ragioneremo, forse la cosa apparentemente più difficile può essere Milenkovic, ma è in una società forte e ha due anni di contratto, quindi non ci preoccupa. Anche con German sono stato chiaro, è il nostro capitano, così come abbiamo rivoluto fortemente anche Biraghi”.

Nuovi acquisti: “Se la squadra è questa, rimane così. Siamo completi nei reparti, abbiamo un centrocampo davvero molto forte, un modulo di gioco che ci permette di giocare con due punte avendone cinque. Forse manca un’alternativa a sinistra a Biraghi, e per essere pignoli potremmo arrivare a sei difensori. Abbiamo anche situazioni che possono essere continuazioni dell’anno scorso, come Lirola o Vlahovic, io ci credo. Il nostro è un processo di crescita continuo. Avremo anche Ribery in più, l’anno scorso non l’abbiamo mai avuto. Stesso discorso per Chiesa, che ha avuto problemi fisici mentre ora sta bene. Abbiamo una difesa solida, i numeri parlano a nostro favore. Come dico al presidente, se le cose vanno male la responsabilità è mia. Voglio valorizzare diversi giocatori. Poi tutto è migliorabile, se prendi Dzeko fa la differenza però io devo credere in quello che abbiamo”.

Torreira non arriverà, Milik e Piatek mai contattati

Pradè ha continuato parlando anche degli obiettivi della Fiorentina ed escludendo Torreira dal progetto Fiorentina, così come Milik e Piatek ritenuti attaccanti fortissimi ma mai contattati dalla Viola. Mandzukic non è mai stato un vero obiettivo e lo stesso vale per De Paul. Agudelo lascerà Firenze per tornare al Genoa e poi partire per La Spezia.