Calciomercato Inter, Ausilio: "Abbiamo rispettato tutti i parametri"

Il Direttore Sportivo dell’Inter Piero Ausilio ha rilasciato un’intervista a Radio Appiano, programma radiofonico condotto da Roberto Scarpini, in cui ha fatto il punto della situazione del mercato appena conclusosi. Ausilio non si perde in chiacchiere ed inizia l’intervista in modo conciso: “L’obiettivo era quello di centrare i parametri e sono stati rispettati tutti in modo assoluto. Il monte ingaggi è stato ridotto, oggi siamo circa a 70 milioni di euro. L’età media della squadra è di 25,6, quasi 2 anni e mezzo in meno rispetto agli anni passati”.

Inoltre, Ausilio continua così parlando di chi era considerato come incedibile e anche dei nuovi acquisti nerazzurri: Kovacic e Icardi erano incedibili. Con Vidic abbiamo anticipato il mercato. Era un’opportunità nata a gennaio e non ce la siamo fatta scappare. Dodò, Medel, M’Vila e Osvaldo sono giocatori importanti per il presente e il futuro dell’Inter. Al mister abbiamo dato a disposizione 5 giocatori importanti con 15-20 giorni di lavoro. Non sono per i colpi ad effetto, ma per la praticità e per la logica di un lavoro”.

Infine, cerca di fare chiarezza anche sulla situazione Guarin: “Nel momento in cui Guarin è stato tolto dal mercato, noi abbiamo correttamente chiamato l’Atalanta e lo abbiamo comunicato. Per Guarin è pronto un nuovo progetto tattico, condiviso con soddisfazione sia dal tecnico, sia dal giocatore, che andrà a supporto del reparto offensivo. Reparto che, con Palacio, Icardi e Osvaldo oltreché con Puscas e Bonazzoli, è coperto ed equilibrato’. Infine gli si chiede: un altro obiettivo era la riduzione a 25 calciatori nella rosa, con un numero definito che doveva essere quello? ‘È proprio così, ecco perché, anche potendolo fare, non è stato aggiunto un giocatore in più”.

Leggi anche -> Calciomercato Inter, agente Guarin: “Fredy non vuole andar via”

Leggi anche -> Calciomercato Inter, Campagnaro fa posto a Rolando?