Calciomercato Inter, dalle cessioni un tesoretto per gli acquisti

Il calciomercato dell’Inter non vedrà i nerazzurri protagonisti solo sul versante acquisti. Ausilio ha ricevuto mandato da Thohir di concludere alcune cessioni per racimolare un tesoretto da poter reinvestire sul fronte in entrata in modo da non gravare eccessivamente sulle casse del club per la prossima campagna di rafforzamento. Ricevuto l’ordine, il direttore sportivo si è subito messo al lavoro per capire chi, tra i giocatori in rosa, potesse essere sacrificato qualora giungessero offerte interessanti.

Il pezzo pregiato da questo punto di vista è sicuramente Fredy Guarin. Antonio Conte e la Juventus lo vorrebbero per cautelarsi in caso di addio di Vidal o di Pogba ma l’Inter lo manderebbe a Torino solo per soldi: 18 milioni e nessuna contropartita tecnica. Solo su queste condizioni l’affare si potrebbe concludere. Altro elemento potenzialmente cedibile è Ricky Alvarez: la sua cessione porterebbe nelle casse dell’Inter altro ossigeno (circa 15 milioni), oltre ad un’ottima plusvalenza dal momento che l’argentino costò ai nerazzurri poco più di 10 milioni.

Altre cessioni che potrebbero finanziare gli acquisti dell’Inter durante il prossimo calciomercato potrebbero essere quelle di Botta (valore 5 milioni), anche se per l’argentino è più facile ipotizzare un prestito per fargli fare esperienza, di Taider (il suo valore è di 4 milioni per la metà) e Kuzmanovic, che l’Inter vorrebbe inserire nell’affare Xhaka col Borussia Moenchengladbach, anch’egli valutato intorno ai 5 milioni. Così facendo l’Inter potrebbe portare a casa addirittura 47 milioni, una cifra che permetterebbe l’acquisto di almeno due calciatori di ottimo livello.

Leggi anche–> Calciomercato Inter, aggiornamenti su tutte le trattative

Leggi anche–> Xhaka-Inter: la chiave è Kuzmanovic?

Leggi anche–> Juventus su Guarin: si fa sul serio