Calciomercato Inter, il colpo finale è Guarin?

E se fosse Fredy Guarin il colpo finale dell’Inter in questa sessione di calciomercato? La domanda se la fanno molti tifosi e addetti ai lavori: il mancato trasferimento del colombiano al Valencia (l’Inter e gli spagnoli non si sono accordati sulla formula dell’affare) ha di fatto riaperto le porte del mondo nerazzurro al centrocampista ex Porto. In questo 2014 non è la prima volta che Guarin arrivi a un passo dall’addio per tornare poi ad essere a pieno un giocatore nerazzurro: a gennaio era praticamente della Juventus, poi non se ne fece nulla per una sommossa popolare dei tifosi che non volevano la sua cessione; in estate è stato accostato a mezza Europa ma alla fine è rimasto ancora alla Pinetina.

MIGLIORI INTEGRATORI PER DIMAGRIRE: ORA IN OFFERTA SPECIALE
CLICCA QUI


Il suo agente, Marcelo Ferreyra, ha smentito i musi lunghi di Guarin dopo aver appreso la notizia dello stop alle trattative tra Inter e Valencia. “Fredy è felice di rimanere a Milano. Si metterà a disposizione di Mazzarri e della squadra per fare il suo meglio. E’ molto motivato e vuole dare il suo apporto alla causa”: sono queste le parole che, ieri sera, il procuratore del colombiano ha pronunciato a diversi giornalisti presenti all’Ata Hotel Executive. Resta da capire se siano parole di circostanza o meno, ma il dato di fatto è che Guarin è ancora un patrimonio a disposizione dell’Inter e, come tale, non va depauperato ma usato al massimo delle sue potenzialità.

Guarin potrebbe essere la quarta punta che Mazzarri voleva ma che non è arrivata. Il calciomercato, infatti, non ha portato un colpo finale nel reparto avanzato e per questo in casa Inter si pensa al riciclo del colombiano in una posizione più avanzata che, per Guarin, non sarebbe affatto una novità. Già lo scorso anno, proprio sotto la guida di Mazzarri, il Guaro fu spesso impiegato da trequartista e da seconda punta accanto a Palacio che, per lunghi periodi, fu l’unico attaccante a disposizione del tecnico livornese. Guarin è uno dei pochi in rosa ad avere le caratteristiche per giocare da raccordo tra centrocampo e attacco. Deve sicuramente migliorare sulla disciplina tattica e sulla continuità ma se avvertirà fiducia da parte di Mazzarri e dai tifosi non è detto che non possa essere determinante.

Leggi anche–> Inter, non arriva nessuno. La quarta punta è in casa! 

Leggi anche–> Guarin resta all’Inter: Mazzarri deve recuperarlo! 

Leggi anche–> Guarin-Valencia: ecco perché tutto è saltato