Calciomercato Milan, il bilancio delle trattative rossonere

Un acquisto per i tifosi (Kakà), due per l’allenatore (Poli e Matri). Si può riassumere anche così il mercato estivo del Milan, che chiude col botto (come ormai Adriano Galliani da anni ci ha abituato). Il colpo last minute (in tutti i sensi, anche nel prezzo, ovvero a zero euro) è Ricardo Kakà, mai veramente andato via dal Milan. Il brasiliano del Real Madrid ha rinunciato a 10 milioni all’anno di ingaggio per prenderne quattro a Milano. Già questo la dice lunga sulle motivazioni dell’ex Pallone d’Oro.

Kakà Milan

Il saldo – I numeri, invece, non sono proprio dalla parte di Adriano Galliani: nella sessione estiva del calciomercato, il Milan ha speso 25,15 miloni di euro per 9 operazioni in entrata, ricavando invece solo 12 milioni di euro dalle 15 operazioni in uscita. Un saldo negativo per 14 milioni di euro. Ci sono però due fattori da considerare: il Milan ha speso tanto per riscattare Zapata (7 milioni al Villareal), ma ha dato via giocatori dall’ingaggio molto oneroso come Ambrosini, Flamini, Yepes, Boateng, Antonini, risparmiando almeno 15 milioni di euro lordi all’anno.

Le entrate – Al di là del ritorno di Kakà, il Milan ha operato soprattutto dal centrocampo in su, acquistando Poli dalla Sampdoria (1,3 milioni per la comproprietà), Vergara dall’Universitario Popayan (1,3 milioni di euro), Saponara dall’Empoli (3,8 milioni per la comproprietà) e Matri dalla Juventus (11 milioni di euro). In difesa è arrivato Silvestre dall’Inter (prestito oneroso a 750mila euro) ed è rientrato Emanuelson dal prestito al Fulham.

Le uscite – La vendita estemporanea di Kevin Prince Boateng allo Shalke 04 (11 miloni di euro), ha stupito tutti, ma serviva posto (e soldi) per il ritorno di Kakà. E’ stata l’unica vera operazione fruttuosa in uscita, visto che Ambrosini, Flamini, Yepes e Antonini sono stati tutti liberati a costo zero.

 

Leggi anche->Kakà story: arrivato al Milan bambino e diventato campione

Leggi anche -> Calciomercato, il borsino delle trattative di serie A

Leggi anche -> Balotelli super: già record alla seconda giornata