CALCIOMERCATO MILAN- Mateo Musacchio litiga con il suo allenatore al Villareal e lo costringe a dimettersi. Spiraglio per un ritorno di fiamma con il Milan?

Ormai sembrerebbe un obbiettivo sfumato per la retroguardia rossonera che dopo una lunga trattativa, Adriano Galliani ha lasciato il negoziato puntando sul paraguaiano del Lanus, Gomez.

Leggiamo attraverso il sito di Goal.com che dopo una lite tra il centrale argentino e l’ormai ex allenatore del Villareal Garcia Toral Marcelino, il tecnico si è dimesso. L’allenatore dopo le voci che accostavano il capitano Mateo Musacchio lontano dal Sottomarino Giallo, ha spinto per levargli la fascia da capitano, la squadra, però, si è unita al classe 1990 schierandosi a favore  del centrale ex River Plate. Lo spogliatoio in subbuglio e le continue liti tra il tecnico ed il capitano hanno portato alle dimissioni di Marcelino che evidentemente non ha sentito la squadra dalla sua parte, a confermare quanto è importante la figura di Musacchio al Sottomarino Giallo.

Il Milan per la retroguardia ha puntato su Gomez, la scelta è stata di gran lunga più economica, il prezzo di Musacchio era ampiamente superiore ed i problemi fisici del ragazzo preoccupavano Galliani che voleva portarsi il giocatore a Milano senza spendere trenta milioni di euro. La società di via Aldo Rossi, però, deve cercare un altro centrale per completare la difesa e vedendo quello che è successo in spagna la pista Musacchio è completamente da dimenticare.

LEGGI ANCHE: