Calciomercato Milan, Paloschi: slitta l'accordo col Chievo

In molti auspicavano il ritorno di Alberto Paloschi al Milan. Infatti mai come quest’anno, il “figliol prodigo” mandato a farsi le ossa a Verona è stato tanto vicino alla casa madre meneghina. L’esperienza maturata in questi anni di prestito al Chievo, la rinnovata “linea verde” che si è deciso di perseguire in questa nuova fase della storia rossonera e l’approdo di Filippo Inzaghi sembravano segnali inequivocabili, insomma come si dice: tre indizi fanno una prova.

Eppure, qualcosa in quest’ottica  non ha funzionato: un parco attaccati abbastanza ampio, giocatori presenti in  rosa con ingaggi troppo alti( Matri n.d.r) e quindi difficili da piazzare ed altri parametri di natura economica, hanno impedito al nativo di Chiari di tornare alla base.

Inoltre- è notizia di oggi- che il Chievo avrebbe offerto 3,5 milioni  al Milan per l’acquisizione dell’intero cartellino di Paloschi, ma dalla società di Via Aldo Rossi non è giunta alcuna risposta. Qualora non si raggiungesse un ‘intesa sul cartellino del ragazzo, diventerebbe sempre più concreto il rischio delle buste: sarebbe un vero peccato perdere così quello che è considerato uno dei prospetti più interessanti del calcio italiano.

Leggi anche: