Nonostante per il Milan quella appena trascorsa sia stata una stagione infruttuosa, è da sottolineare come Gianluigi Donnarumma sia riuscito invece a emergere e a guadagnarsi un posto da titolare nella rosa rossonera.

Classe 1999 e un ruolo da terzo portiere, con determinazione e tanta qualità tecnica è stato all’altezza della situazione quando su richiesta dell’ex allenatore Sinisa Mihajlovic ha dovuto prendere il posto di Diego Lopez. Finito tra i pali quasi in modo inaspettato, il giovanissimo Donnarumma si è fatto valere al punto da catturare l’attenzione di molti grandi club che potrebbero mettere il Milan davanti a una potenziale cessione del talentuoso difensore estremo.

Eppure perdere uno come Gigio potrebbe rivelarsi un grave errore: questo calciatore può rappresentare il giusto punto di partenza – o meglio di ripartenza – di una squadra che negli ultimi anni ha perso troppe opportunità a livello italiano ed europeo. Le fondamenta di un nuovo Milan, a prescindere o meno dal cambio di proprietà in favore dei compratori cinesi, potrebbero risiedere proprio in Donnarumma.

Qualche giorno fa il suo agente Mino Raiola ha rilasciato un’intervista al quotidiano Marca e a quanto pare diverse sono le società pronte a investire su di lui. «Chi sarà la mia prossima stella?», ha detto Raiola. «Difficile da dire, ma tutte le squadre mi stanno chiedendo di Donnarumma, il portiere del Milan».

È probabile dunque che nelle prossime settimane arrivino interessanti offerte in quel di via Aldo Rossi, sarà allora la dirigenza rossonera, in duo con il nuovo allenatore Montella, a dover valutare l’opportunità o meno di lasciar partire da Milanello un potenziale rappresentante del futuro del Milan.

LEGGI ANCHE: