Calciomercato Milan, rivoluzione rossonera: Galliani ridurrà la rosa

Tante incognite nel futuro del Milan e sicuramente ancora poche certezze per quella che sarà la rosa della prossima stagione. In attesa della definitiva consacrazione di Pippo Inzaghi come allenatore della formazione meneghina, il Milan cerca di lavorare per portare a casa qualche giocatore che non gravi in misura eccessiva sul bilancio di una squadra che ormai non vanta più le risorse economiche di un tempo: ma tanti saranno anche gli addii, considerando che quella rossonera è una delle rose più ampie della massima serie.

Diversi contratti gravano ancora sul bilancio della società, seppur non particolarmente onerosi da un punto di vista economico, ma inutili dal punto di vista tecnico. Si può perciò pensare a qualche giocatore che rientrerà dal prestito e che sarà costretto a fare le valigie: Traore, il centrocampista che arrivò dal Nancy due estati fa, è il primo, col quale addirittura si vorrebbe procedere alla rescissione del contratto. Come lui anche Vergara sembra avviato ad un mesto addio, dopo una parentesi assolutamente da dimenticare in Italia, e Mbaye Niang, per il quale sono ormai avviati i contatti col West Ham.

Ma oltre agli addii dei sopracitati, cui si potrebbe aggiungere anche qualcuno come Nocerino, Matri e Didac Vilà, Galliani sta anche lavorando a tutti quei giovani sparsi in Italia per fare esperienza. Il Milan vuole eliminare contratti di calciatori fuori dai programmi tecnici e con Inzaghi potrebbe prendere il via un interessante progetto con un mix di giovani dalle belle speranze, pescando anche dalla Primavera vincitrice del Torneo di Viareggio, che Inzaghi ha appena lasciato, e campioni di livello mondiale.

Qualche elemento potrebbe anche restare: il favorito è Verdi, esterno d’attacco che sta facendo grandi cose ad Empoli, squadra che probabilmente porterà in massima serie. Possibile conferma anche per Rodrigo Ely che bene ha fatto quest’anno col Varese, mentre da valutare le situazioni dei tanti ragazzi, ormai non più promesse, avendo superato i 20 anni: da Oduamadi a Salamon, Da Kingsley Boateng a Paloschi, passando per Comi, Beretta, Calvano, Diniz, Fossati, Zigoni, Ganz e molti altri ancora, che potrebbero anche essere utili per alcune trattative.

Leggi anche: