Carpi-Juventus 2-3, le Pagelle dei Bianconeri (20 dicembre 2015)

La Juve chiude alla grande uno straordinario 2015, battendo il Carpi 3-2 e andando a -3 dall’Inter capolista, caduta tra le mura amiche contro la Lazio di Pioli. Una vittoria tanto fondamentale quanto sofferta quella ottenuta dai ragazzi di Allegri, calati vistosamente nel finale.

Mandzukic si carica sulle spalle la squadra e con una doppietta trascina i campioni d’Italia verso il settimo successo di fila in campionato. In rete anche Paul Pogba, bravo a crescere e ad alzare il ritmo nel secondo tempo, dopo un primo leggermente sottotono.

Ecco le pagelle degli uomini di Allegri (VOTO 7):

BUFFON (VOTO 5,5): Non perfetto in occasione del gol di Borriello, che lo infila sul primo palo, mentre non può nulla sullo sfortunato autogol di Bonucci. Inoperoso per il resto della gara;

BARZAGLI (VOTO 6): Solido, sicuro e preciso in ogni suo intervento, come al solito. Nel secondo tempo esce per un problema muscolare; (sost. RUGANI: VOTO 6)

BONUCCI (VOTO 4,5): Brutta prestazione la sua. Disattento sin dalle prime battute, soffre i movimenti di Borriello e non riesce a contenerlo in occasione del gol. Con un pizzico di concentrazione in più avrebbe potuto evitare anche l’autogol nel finale, che tanto ha fatto arrabbiare mister Allegri;

CHIELLINI (VOTO 6,5): Cresciuto molto dal punto di vista fisico nelle ultime settimane, non sbaglia nulla e prova a dare una mano a un Bonucci non in giornata di grazia;

CUADRADO (VOTO 6): Passi avanti per il colombiano nel 3-5-2. Corre tantissimo e partecipa attivamente all’azione che porta al pareggio di Mandzukic, mettendo in mezzo un cross basso e teso davvero interessante; (sost. LICHTSTEINER: s.v.)

KHEDIRA (VOTO 6): Oltre a dare copertura in mezzo al campo, si rivedono anche i classici inserimenti dell’ex Real, che sfiora il gol prima della grande giocata di Mandzukic;

MARCHISIO (VOTO 6,5): E’ uno degli insostituibili nello scacchiere di Allegri. Le sue geometrie, la sua intelligenza tattica e quell’assist a Pogba che è solo la ciliegina sulla torta di una prestazione di spessore;

POGBA (VOTO 6,5): Primo tempo anonimo quello del francese, bravo a salire in cattedra nella ripresa, quando mette in mostra tutte le sue qualità e trova il gol del 3-1, finalizzando lo splendido lancio di Marchisio;

EVRA (VOTO 6,5): Fa su e giù sulla fascia sinistra come se fosse un ragazzino. Inserimento perfetto sul passaggio filtrante di Chiellini e cross da manuale per Mandzukic, che schiaccia dentro il gol del vantaggio;

DYBALA (VOTO 5,5): Dopo una serie di partite da protagonista, è probabilmente subentrata anche un po’ di stanchezza. L’argentino si sacrifica tanto per la squadra, ma non riesce ad incidere davanti come spesso è accaduto in questa stagione; (sost. MORATA: 5,5)

MANDZUKIC (VOTO 8): Che dire del numero 17. Non sarà un fuoriclasse, un fenomeno assoluto, ma la sua voglia, la sua grinta e la sua capacità di sacrificarsi per i compagni sono qualità uniche. Prima doppietta in bianconero e prestazione alla “Mandzukic”, per un giocatore sempre più decisivo.

TUTTE LE NOTIZIE SU CARPI-JUVENTUS