Caso Jovetic, il giocatore del Manchester City: “Pellegrini mi ha ucciso”

Esplode il caso Jovetic al Manchester City, dopo l’esclusione del montenegrino dalla lista ufficiale della Champions League. Il tecnico dei Citizen Pellegrini ha preferito inserire il nuovo acquisto, l’attaccante Wilfried Bony arrivato dallo Swansea al talento ex viola. Ecco le parole al veleno che Stevan Jovetic ha rilasciato durante un’intervista al quotidiano inglese Sunday Mirror: “L’allenatore mi ha ucciso con questa decisione, mi ha preferito un altro attaccante e questo forse è un messaggio per me. Non ho ancora deciso nulla sul mio futuro, aspetterò la fine della stagione e poi valuterò. Intanto, cercherò di fare del mio meglio, anche se così non è facile”. 

L’esperienza al Manchester City del venticinquenne nazionale montenegrino non si può di certo definire felice, dopo tanti infortuni che hanno caratterizzato le sue stagioni, ora è arrivata l’ennesima delusione. Dopo queste dichiarazioni potrebbe anche profilarsi l’addio al club inglese ed un ritorno nel campionato italiano.

Leggi anche: