Cassano al Bari, il fantasista ha detto no per motivi familiari

Il tanto atteso ritorno di Antonio Cassano nella sua Bari è sfumato. Il fantasista ha detto di no al trasferimento per motivi familiari. L’ufficialità è venuta fuori ieri sera dopo che il talento di Bari Vecchia ha incontrato il presidente del club pugliese Gianluca Paparesta a Parma. Nonostante il calciatore fosse svincolato e avrebbe anche abbassato le sue pretese economiche per tornare nella sua città, che era già in fermento per riaccoglierlo, ecco che è arrivato il definitivo passo indietro, tra l’altro da noi anticipato nei giorni scorsi, per motivi legati alla famiglia.

Il fuoriclasse in questo caso ha pensato prima alla famiglia: alla moglie Carolina e ai due figli Cristofer e Lionel. Nonostante continui a restare svincolato a questo punto non si può andare avanti con la trattativa nonostante Paparesta gli avesse proposto un contratto fino al 2017 e poi un coinvolgimento diretto nel progetto che prevede il rilancio della squadra pugliese. Tutto ciò è stato apprezzato dal fantasista ex Parma, ma prima di tutto viene la famiglia e quindi la decisione di non tornare nella sua Bari.

Leggi anche: