Catania-Juventus 0-1, Conte: "Un altro passo in avanti"

Dopo la gara vinta al Massimino contro il Catania per 1-o, Antonio Conte è soddisfatto dei suoi ragazzi, soprattutto perchè nonostante i tanti impegni la squadra riesce sempre a gestire le forze: «Siamo migliorati a livello, di maturità, consapevolezza e umiltà.  Ed è  grazie a questo se stiamo facendo tutti questi punti, anche se gli avversari ci conoscono meglio. Giocando ogni tre giorni non possiamo andare sempre al massimo, ma ora riusciamo a gestire le forze. Questo è un momento di difficoltà a livello di infortuni e stanno giocando sempre gli stessi, ma tutti stanno dimostrando di essere grandi uomini oltre che grandi calciatori».

Il campionato, però, non è ancora chiuso: «E’ un altro passo in avanti. Stiamo viaggiando a ritmi straordinari, ma dobbiamo rendere merito alla squadra di Garcia che sta facendo un ottimo campionato. L’Europa League ci costringe a giocare ogni tre giorni e dobbiamo tenere il piede schiacciato sull’acceleratore. Noi scendiamo in campo sempre per vincere. In campionato stiamo facendo cose straordinarie, in Europa League vogliamo andare avanti e cercheremo di gestire le forze».

Il tecnico salentino ha speso qualche parola di elogio anche per l’ultimo arrivato Pablo Daniel Osvaldo: «Daniel si è inserito molto bene. Il suo problema è solo che non ha iniziato la preparazione con noi, ma ha grandissime qualità e allenato nella giusta maniera potrebbe diventare un giocatore importante per la Juventus. E’ un ottimo ragazzo e se avessimo il tempo di lavorare anche a livello fisico oltre che tattico, potrebbe dare ancora di più».

Poi una piccola riflessione sulla sua espulsione e quella dell’amico/collega Maran: «Penso che il signor Damato abbia voluto dare un monito ai giocatori cacciando gli allenatori per stemperare gli animi – spiega Conte – Abbiamo entrambi capito il momento, del resto non era una partita semplice».