Catania retrocesso in Serie B? La città col fiato sospeso

Mai come quest’anno, impossibile negarlo, il Catania rischia la retrocessione nel campionato di serie B. Mai come quest’anno, infatti, i rossoblù di Pulvirenti si ritrovano impelagati nella zona rossa della classifica, rischiando seriamente il ritorno tra i cadetti. Dopo diverse stagioni di onorata (e più che dignitosa) presenza nel campionato di serie A.

Neanche in sede di mercato, durante il calciomercato di gennaio, la società è riuscita a colmare (del tutto) le lacune evidenziate dalla squadra nel girone d’andata, sia sotto la gestione Maran che De Canio (che Maran/2). Il ritorno di Francesco Lodi, rientrato alla base dopo la poco esaltante esperienza di Genova, ha certamente puntellato un centrocampo in chiare difficoltà.

Ma non può certamente bastare per tirare fuori i rossoblù dalla scomoda posizione di classifica in cui si ritrovano. Bergessio continua a sembrare molto isolato là davanti, Maxi Lopez è tornato alla Sampdoria (dove ha subito trovato il gol, per altro decidendo il derby della Lanterna) e la cessione della scorsa estate del “Papu” Gomez non è mai stata rimpiazzata.

La città è chiaramente col fiato sospeso. Le immagini della recente retrocessione dei cugini palermitani sono ancora vive nella memoria del pubblico etneo che – un anno dopo – teme di ripetere la sfortunata stagione dei rosanero. Che però, in contemporanea, potrebbero festeggiare il ritorno in serie A dopo una sola stagione in cadetteria. A quel punto, per il Catania ed i suoi tifosi la delusione sarebbe doppia. Insopportabile.