Cellino condannato per aver omesso di pagare l’Iva su una barca: multa di 600mila euro

Cellino condannato a pagare una sanzione di 600mila euro per evasione. E’ quanto ha stabilito il giudice del Tribunale di Cagliari, Sandra Lepore, che ha riconosciuto nei confronti del presidente rossoblù l’accusa di non aver pagato 400 mila euro di Iva per una barca a vela acquistata negli Usa e poi portata in Italia. Il Tribunale ha comuqnue riconosciuto al numero uno del Cagliari le attenuanti generiche e quindi i 600mila euro sono una cifra più bassa rispetto a quella richiesta dal pubblico ministero Andrea Massidda di un 1.165.000 oltre alla confisca.

I fatti registrano che l’imbarcazione monoalbero “Nelié” era stata sequestrata dopo un controllo della Guardia di Finanza avvenuto a giugno del 2012. Dagli accertamenti congiunti di Fiamme Gialle e Agenzia delle Dogane era emerso il mancato pagamento dell’Iva. A questo punto è intervenuta la Proura che ha scoperto ch la barca era stata acquistata negli Stati Uniti e introdotta in Italia senza regolarizzare la posizone dinanzi al fisco.

L’avvocato del presidente del cagliari, Giovanni Cocco, ha invece in dibattimento sostenuto che: “Cellino in qualità di manager e non di rappresentante della società americana, poteva utilizzare la barca grazie ad un contratto sottoscritto e formalizzato, rispettando le norme vigenti tra Stati Uniti e Italia”.

Leggi anche — > Notizie Cagliari, Cellino rinviato a giudizio per diffamazione

Leggi anche — > Ultimissime Cagliari, Cellino: “Vendo la società”