Celtic-Milan, Kakà: "Vincere per ritrovarsi e raggiungere la qualificazione"

Serata importante per il Milan che, tra qualche ora, si troverà ad affrontare il Celtic nella fase di ritorno dei gironi di Champions League. Fondamentale vincere sia per continuare il cammino in Europa, sia per tentare, per l’ennesima volta,di dare una svolta a questa stagione. Uomo simbolo di un Milan che vuole rinascere è sicuramente Ricardo Kakà che, tornato in rossonero dopo la parentesi spagnola, ha dato dimostrazione del suo essere un campione attraverso delle prestazioni, fino a questo momento, sempre positive e che fanno ben sperare i tifosi.

Proprio il brasiliano ha affiancato, ieri sera in conferenza stampa, Massimiliano Allegri e davanti ai microfoni si è detto felice del periodo che sta vivendo, ma allo stesso tempo rammaricato per le difficoltà  che la squadra continua ad incontrare: Il ritorno al Milan mi ha ridatola gioia di giocare come piace a me, perciò, a livello personale, sono contento. Poi è certamente un momento difficile per la squadra e questo non mi rende tanto contento. Stiamo cercando di migliorare e quello che ci manca in questo momento è la vittoria”.

Kakà Milan BarcellonaLui come leader di questo Milan, un ruolo di valore a cui non vuole sottrarsi: “Quando sono arrivato si parlava di mia leadership, forse è arrivato il momento di avere questa leadership come atteggiamento, com’è successo in campo e com’è successo con i tifosi. Questa non è una cosa pesante o negativa: per quello che ho fatto nella mia carriera e nel Milan è una cosa a cui devo abituarmi”.

Quindi parla del momento no del Milan e individua un’unica soluzione, ovvero tornare a vincere: “Ho imparato che la mentalità del Milan è vincere sempre, in tutte le partite che affrontiamo. Io ho ancora la mentalità per vincere la Champions League, poi se alla fine ci riusciremo o no lo vedremo a maggio. Intanto se riusciamo a vincere ora una partita molto difficile e l’Ajax non vince siamo già qualificati per la prossima fase e questo potrebbe essere anche un bene per dare inizio a una serie di partite positive”.

Infine uno sguardo al Celtic, squadra difficile da affrontare: La pressione c’è sempre e ogni partita che non vinciamo cresce la responsabilità e sicuramente domani c’è un peso importante per la qualificazione in Champions, quindi dovremo essere molto forti mentalmente per affrontare un avversario difficile e riuscire a superare questa fase a gruppi. L’ambiente del Celtic Park è bellissimo ed è sempre molto difficile fare risultato qui. Tutte le volte che ho giocato qua non è stato mai facile”.

Leggi anche-> Celtic-Milan: Segui la Diretta Testuale

Leggi anche-> Milan, Allegri: “Non devono uscire notizie dallo spogliatoio”

Leggi anche-> Celtic-Milan: Lennon in conferenza stampa