Cerci all'Atletico Madrid, ma il giocatore voleva il Milan

Nel calciomercato appena concluso Alessio Cerci è stato uno dei protagonisti. Corteggiato da diverse squadre italiane, tra cui il Milan, ed europee, l’esterno d’attacco ha lasciato il Torino per approdare all’Atletico Madrid, eppure la sua volontà era un’altra. Come rivelato dalla Gazzetta dello Sport, Cerci avrebbe preferito restare in Italia e vestire la maglia del Milan, guidato da quel Pippo Inzaghi che lo aveva inserito in cima alla lista dei propri desideri.

Diversi i messaggi scritti e inviati da Alessio Cerci al presidente del Torino Urbano Cairo che, nonostante il buon rapporto con l’Ad del Milan Adriano Galliani, non aveva intenzione di svendere il proprio gioiellino. I contatti tra granata e rossoneri sono stati molti e insistenti, ma sotto il profilo economico non si è mai raggiunta l’intesa utile a concludere la trattativa, per questo il Torino e Cerci hanno accettato l’offerta dell’Atletico Madrid.

“Cerci voleva andare via”, ha dichiarato Cairo all’Ansa, e il Torino non l’ha trattenuto. Nonostante ciò il giocatore ha dovuto rinunciare al Milan e volare in Spagna, dove ripartirà con l’Atletico Madrid. Ai granata resteranno i 15 milioni di euro più bonus che gli spagnoli hanno versato loro.

Leggi anche: