Cesena, Lugaresi contro Mazzoleni: “E’ un bullo”

In casa Cesena  la sconfitta subita contro l’Inter nel match dell’ottava giornata di Serie A non è stata digerita, non tanto per i tre punti persi quanto perché maturata a seguito di decisioni arbitrali ampiamente discutibili e che hanno scatenato l’ira del presidente del Cavalluccio, Giorgio Lugaresi. Il patron dei bianconeri ha, su Facebook al termine della partita, etichettato l’arbitro Mazzoleni, reo di aver assegnato un rigore dubbio all’Inter e un’espulsione esagerata al portiere del Cesena Leali,  come un “poveretto”, termine che ha poi spiegato ai microfoni de “La moviola è uguale per tutti”.

“In Romagna il termine ‘poveretto’ viene utilizzato per indicare una persona che fa le cose con leggerezza”, spiega il presidente Lugaresi che ha continuato definendo l’atteggiamento mostrato da Mazzoleni come “arrogante verso i nostri giocatori” e rincarando ulteriormente la dose: “Mi è sembrato un bullo che fa il gradasso con i deboli e il debole con i forti. Se due giocatori bsticciavano lui interveniva solo contro il nostro”.

Dice la sua sul rigore assegnato all’Inter e che ha decretato la vittoria dei nerazzurri e la sconfitta del Cesena: “Non contesto il rigore, – spiega Lugaresima l’arbitro di porta, Guida, è lo stesso che ci ha annullato un gol contro il Milan e si è guardato bene dal parlare con Mazzoleni quando è accaduto l’episodio”. Infine conclude: “Siamo molto dispiaciuti, nel calcio non devono esserci ombre”.

Leggi anche: