Cesena-Milan 1-1, Inzaghi: "Non rimprovero nulla alla squadra"

Dopo quello di Empoli, il Milan rallenta ancora trovando un altro pareggio contro il Cesena e al termine della partita Pippo Inzaghi commenta, ai microfoni di Sky Sport, Cesena-Milan. SuperPippo appare amareggiato per il risultato e per il gol, l’ennesimo, subito, tuttavia promuove la prestazione dei suoi ragazzi che hanno saputo reagire allo svantaggio e saputo nel secondo tempo mantenere il pareggio nonostante l’inferiorità numerica: “Nel primo tempo abbiamo fatto un bellissimo gioco, avevamo in mano la partita e abbiamo creato tantissime occasioni nonostante il caldo. Nel secondo tempo ci siamo allungati troppo, poi siamo rimasti in 10 uomini ed è stato difficile”.

Il dispiacere più grande deriva dal gol subito che ha incrinato la partita e obbligato il Milan a inseguire il Cesena: “Il gol subito ci ha complicato le cose. Se non fossimo andati in svantaggio probabilmente avremmo vinto la partita, ma succede”. Lasciando da parte la rete di Succi, Inzaghi promuove i suoi ragazzi: “Non posso rimproverargli nulla, siamo sulla strada giusta. Speriamo di crescere in fretta”.

Il Milan può ancora essere protagonista in questo campionato perché, lasciando da parte Roma e Juventus, i rossoneri non hanno nulla da invidiare alle altre squadre: “Solo Juve e Roma sono un gradino sopra, – ribadisce Inzaghi con le altre possiamo giocarcela”. La sconfitta contro la Juventus non è piaciuta al presidente Berlusconi così come non è stato entusiasta del pareggio ottenuto in casa dell’Empoli, ma questo pomeriggio, a sentire Inzaghi, può ritenersi soddisfatto: “Il presidente ci dà sempre grande entusiasmo e penso sia contento di come abbiamo giocato”.

Leggi anche: