Cessione Milan, Berlusconi-Mr Bee: Quanti dubbi sulla trattativa

Berlusconi-Mr Bee: trattativa infinita, e ad aggiornarla ci pensano quelli del Corriere dello Sport.

Eravamo rimasti alla telefonata di Natale: il presidente del Milan e l’intermediario asiatico si erano scambiati gli auguri di buon Natale e buon anno nuovo aggiornando la trattativa ai primi giorni del 2016.

PROBLEMI ORIENTALI – Entrambi gli affaristi erano convinti del buon esito della trattativa, ma a quanto pare qualcosa inizia a scricchiolare: secondo il Corriere dello sport, dei 480 milioni richiesti per il 48% del Milan, Mr. Bee sarebbe riuscito a trovarne solo 140, di cui 20 mettendo in gioco direttamente le sue proprietà finanziarie. Il traguardo, quindi sembra ancora lontano, anche se Mr Bee non smetterà di lavorare durante tutte le vacanze per raggiungerlo, e Mihajlovic non potrà contare sui soldi freschi arrivati dall’Oriente per il mercato. Ma ce ne sarà davvero bisogno?

FACCIAMO IL PUNTO – In attesa di Mr Bee, Frosinone ci restituisce una situazione sul Milan vagamente confortante. Forse si è scoperto cosa era mancato ai rossoneri nelle ultime giornate: il ritorno di Bertolacci infatti è coinciso con le sue vittorie su Sampdoria e Frosinone e un altro giocatore capace di verticalizzare bene per gli inserimenti delle punte fa bene a tutto il reparto: Montolivo ha giocato oltre la sufficienza e non si è sentita l’assenza di Kucka, finora perno muscolare del centrocampo e squalificato contro i ciociari.

In attacco Bacca segna una volta ogni 2 tiri in porta e non lo smuoverebbe da lì neanche Cristiano Ronaldo in persona. Al suo fianco la scelta è enorme: Niang (il più in forma), Luiz Adriano (il più compatibile) Balotelli (il più talentuoso, pronto a tornare) o la mina vagante Menez.

L’unico rinforzo quindi deve essere in difesa, anzi, se fossero 2 ancora meglio. Romagnoli è il Bacca del reparto arretrato, ma al suo fianco non può restare Alex. Serve anche un terzino, a meno che non si voglia sdoganare definitivamente il giovane Calabria. Per il resto, in porta Donnarumma si candida a diventare non solo stratitolare ma uno dei migliori portieri su piazza. Basterà per un mercato attento e poco costoso?

Leggi anche: