Champions League: formalità Barça, brivido Ajax

Gli spagnoli partono dal 3 a 0 contro il Liverpool, gli olandesi invece devono difendere l’1 a 0 contro il Tottenham

La notizia del giorno è quella di Ziyech e Mazraoui, gioielli dell’Ajax dei miracoli. Stando a quanto riporta Fox Sports, i due giocatori inizieranno a osservare il mese di digiuno per il ramadan, il quale partirà questi giorni e terminerà il 4 giugno.

Il divieto imposto dalla religione è quello di non assumere cibo e liquidi alla luce del sole e quindi mangiare e bere solo prima o dopo il tramonto. Una notizia che sconvolte gli ambienti olandesi di calcio, visto che tra pochissimi giorni ci sarà il ritorno della semifinale contro il Tottenham.

Una scelta irresponsabile a questo punto della stagione secondo Raymond Verheijen, uno dei più noti preparatori atletici dei Paesi Bassi, che mette l’accento sulla destabilizzazione dei corpi dei due atleti: “La partita inizierà alle 21:00 col sole che tramonterà 18 minuti dopo, come si può affrontare un match del genere senza aver mangiato?”.

Tottenham-Ajax: Pochettino recupera Son

Nonostante questo le quote scommesse sul ritorno della semifinale Champions vedono ancora l’Ajax favorito, la sua vittoria si gioca a 2.10 mentre il passaggio del turno è bancato 1.30 contro i 2.30 degli inglesi, piazzati addirittura a 3.20 per quanto riguarda il segno 2. Pochettino continuerà a fare a meno di Kane e Lamela, mentre spera di recuperare Vertonghen, uscito letteralmente trascinando le gambe nella gara d’andata, mentre rientrerà dalla squalifica il coreano Son, trascinatore nelle partite contro il Manchester City. Ramadan o meno, l’attacco dell’Ajax sarà ancora composto dal trio delle meraviglie Ziyech, Van de Beek, David Neres ad agire dietro le spalle di Tadic.

Liverpool-Barcellona: il discorso qualicazione sembra chiuso

Se la sfida tra olandesi e Spurs è ancora in bilico, in virtù dell’1 a 0 dell’andata, la storia sembra chiusa tra Barcellona e Liverpool dopo il 3 a 0 dell’andata. Il passaggio del turno dei Reds si gioca addirittura a 9.00 sul tabellone di Gioco Digitale, mentre gli uomini di Klopp sono leggermente favoriti nei 90 minuti: segno 1 a quota 2.45, segno 2 a 2.65, con passaggio del turno blaugrana praticamente scontato a 1.03.

Una formalità, visto che gli inglesi dovranno fare a meno della freccia nera Mohammed Salah, uscito in barella nel 2 a 3 contro il Newcastle. Il tridente dovrebbe quindi portare i nomi di Shaqiri, Sturridge e Manè, con quotazioni in rialzo per Roberto Firmino. La mente del Liverpool, però, dovrebbe essere ormai indirizzata alla Premier League, dove il duello con il Manchester City per la vittoria del titolo sta per entrare nel vivo.

Nessun dubbio, invece, per Ernesto Valverde. La sua squadra ruota e gira intorno al suo sole: Lionel Messi. Altri gol da capogiro, altre giocate da stropicciarsi gli occhi. Il Barcellona cambia, ma la sua classe resta sempre la stessa. E forse sta proprio qui la sua grandezza. Perché Cristiano Ronaldo sarà comunque fortissimo, esplosivo, vigoroso. Avrà pure accettato sfide diverse, dall’Inghilterra alla Spagna, dal Portogallo all’Italia. Avrà pure vinto ovunque. Ma appare come una macchina, un robot. Lionel Messi è il bello del calcio, il pallone che diventa poesia.

La finale che sogniamo, allora, non può che essere quella tra Barcellona e Ajax. Due squadri di matti, di poeti, di fenomeni.