Chi è Franco Di Santo, l'argentino convocato da Sabella al posto di Tevez

Carlos Tevez e la nazionale argentina forse non si incroceranno più, da quando Sabella ha assunto la direzione della squadra sudamericana, l’Apache non ha più vestito la maglia biancoceleste e anche quest’anno, dopo aver fatto una stagione straordinaria con la Juventus, sarà costretto a vedere i mondiali solo da spettatore, mentre in campo al suo posto ci sarà Franco Di Santo.

Senza fare preferenze o screditare l’uno rispetto all’altro, tutto il mondo sportivo crede che lo stesso Di Santo sappia di essere molto inferiore rispetto a Tevez dal quale ha solo da imparare. Tanto inferiore che alcuni non lo conoscono nemmeno e noi oggi vi racconteremo come Franco Di Santo è riuscito a vestire la maglia della Nazionale e fare fuori dalla lista Carlos Tevez.

Di Santo ha origini italiane, infatti sia il nome che il cognome sono familiari e la squadra in cui è cresciuto calcisticamente è l’Audax Italiano, una squadra cilena fondata da immigrati italiani in Cile. Franco infatti possiede anche il passaporto italiano, ma ha giocato sin dall’under 20 con la maglia dell’Argentina.

Classe ’89, è un attaccante che ama più creare occasioni gol che finalizzare, lo si denota dalla sua scarsa realizzazione nelle squadre in cui ha militato. Di Santo viene acquistato giovanissimo dal Chelsea, gioca benissimo nella squadra delle riserve e viene aggregato in prima squadra, ma l’allenatore dei Blues, allora Felipe Scolari, non lo ritiene pronto e lo manda in prestito al Blackburn.

Nei Rovers riesce a racimolare più presenze ma segna un solo gol. Rientrato dal prestito, il Chelsea decide di venderlo e viene acquistato dal Wigan dove gioca per tre stagioni realizzando tre gol e vincendo la sua seconda coppa di Lega, dopo quella con il Chelsea. Quest’anno l’argentino ha giocato nel Werder Brema e anche in questa stagione non ha brillato, realizzando quattro gol e quattro assist nella Bundesliga. Sicuramente Sabella avrà le sue ragioni per convocarlo, ma resta un mistero l’esclusione di Tevez a favore del giovane ed inesperto Di Santo.

Leggi anche –> Mondiali Brasile 2014: Llorente nei preconvocati di Del Bosque
Leggi anche –> Mondiali 2014: 7 calciatori della Juve tra i convocati di Prandelli
Leggi anche –> Mondiali Brasile 2014: focus sulla Seleçao, nazionale padrone di casa