Confederations Cup, Apertura con Brasile-Giappone

Nella partita di apertura il Brasile giocherà contro il Giappone, che negli ultimi venti anni, tanti ne ha il campionato nazionale (J. League), ha avuto una crescita esponenziale dal punto di vista qualitativo dei suoi giocatori, di pari passo con la crescita del movimento calcistico nazionale. La nazionale Brasiliana è da sempre tra le più forti del mondo e non è un caso che abbia vinto più volte di tutti i mondiali di calcio. Mentre per quello che riguarda la Confederations Cup i sigilli sono soltanto 3.

MIGLIORI INTEGRATORI PER DIMAGRIRE: ORA IN OFFERTA SPECIALE
CLICCA QUI


La partecipazione ai campionati nazionali dei club giapponesi è aumentata di pari passo con tifosi e spettatori, al punto che quello del Sol Levante è uno dei campionati più seguito al mondo. Ovviamente l’indotto della crescita interna ha portato all’evoluzione della sua nazionale e quella di quest’anno grazie a due giocatori di fama internazionale come Kagawa ed Honda è sicuramente la nazionale più forte.

neymar barcellona

L’allenatore è un certo Alberto Zaccheroni, ingaggiato il 30 agosto 2010, che manco a dirlo si è subito sposato con la professionalità e la disciplina, in campo e fuori, dei giocatori giapponesi. Ne consegue che dal un punto di vista tattico le indicazioni del loro allenatore, specie se è uno che viene dall’ Italia ed ha vinto anche tanto, sono diktat. Il limite di questa squadra rimane pur sempre la difficoltà di concretizzare in area di rigore le occasioni create, causa la mancanza di un centravanti di alto profilo. E’ probabile che in questa partita il Giappone possa approfittare della fase di rodaggio dei verdeoro, ma si sa il Brasile ha infinite potenzialità in tutti i reparti e come da copione storico, un potenziale offensivo da urlo. L’ultima partita amichevole giocata nel 2012 tra le due nazionali è finita 4-0 per il Brasile.

Leggi anche –> Qualificazioni Mondiali Brasile 2014: Il Giappone di Zaccheroni alla prova Australia