Confederations Cup, L’Italia contro il Giappone di Zaccheroni

A guardare Balotelli esultare dopo il suo gol, a vedere Pirlo farlo dopo la sua prodezza sembrerebbe che questa Confederations Cup l’Italia l’abbia presa proprio sul serio. Il prossimo avversario degli azzurri sarà il Giappone di Alberto Zaccheroni, che all’esordio contro il Brasile ha deluso e non poco. I due assi Kagawa e Honda erano praticamente inesistenti, Ozakaki ha ampiamente confermato i limiti del Giappone in attacco.

Oltretutto se i centrocampisti giapponesi si dimostreranno nuovamente così lenti, il gioco andrò a favore di Pirlo che con le sue giocate darà ampio respiro alla squadra. Quindi ricambio per Cesare Prandelli nella sua formazione solita del 4-3-2-1 per dare la possibilità di riposare a Marchisio, entra Aquilani. Maggio invece sostituirà Abate.

zaccheroni

La speranza di Zaccheroni è che i suoi due fuoriclasse diano qualcosa in più in fase offensiva, ma le lacune di questa squadra sono proprio dettate dal fatto di non avere un finalizzatore che concretizzi tutte le azioni di gioco costruite. Dunque oggi una buona possibilità per l’ Italia di esprimere un buon calcio e al contempo di portare a casa un risultato pieno.

Leggi anche–>Confederations Cup, Apertura con Brasile-Giappone