Conferma Allegri: solo una questione economica?

Calato il sipario, almeno per ora, sulla questione Allegri iniziano a trapelare indiscrezioni sui retroscena del vertice odierno ad Arcore.

La conferma del tecnico livornese sembrava essere figlia di un amichevole confronto a tavolino tra Berlusconi, nelle vesti del principale deluso, Allegri, imputato di ogni colpa e Galliani nelle vesti di mediatore. Ma le cose sembrano essere andate diversamente:Pare, infatti, che i veri protagonisti dell’incontro di oggi siano stati i quattrini.

L’avvento di un eventuale pretendente alla panchina e l’ingaggio di Allegri, comunque da rispettare e retribuire fino a fine stagione, avrebbero costituito un esborso economico insostenibile cosi’ da portare la società a proporre al tecnico di andare incontro alle loro esigenze sacrificando parte dell’ingaggio pattuito per poterlo destinare alla contrattualizzazione del nuovo allenatore in entrata.

Ebbene si la panchina di Allegri sarebbe salva unicamente perchè il tecnico ha replicato con un secco no alla proposta di una buonuscita in ribasso pretendendo il rispetto del suo contratto fino a fine mandato.

Alla fine il banco è saltato e, complice la mediazione di Galliani, si è usciti dall’equivoco rispettando gli obblighi contrattuali e confermando la panchina di Mister Allegri.

Ma la vicenda pare non essere archiviata, potrebbe regalare ulteriori colpi di scena nell’immediato futuro: l’ultimissimo banco di prova potrebbe essere il match contro il Genoa al rientro dalla sosta, forse unica postilla a cui Allegri ha ceduto assumendosi la responsabilità di una vittoria piu’ che mai obbligata.

Leggi anche -> Allegri confermato in panchina

Leggi anche -> El Shaarawy tornerà dopo la sosta