Conte a Tuttosport: "Giovinco ha fatto bene ad andarsene"

“Giovinco ha fatto bene ad andarsene“. Questo in sintesi, il pensiero di Antonio Conte, in un lunga intervista rilasciata a Tuttosport. L’ex ct bianconero ha parlato a lungo della “fuga” della Formica Atomica in Canada, della situazione della Nazionale e della Serie A.

Su Giovinco: “Che doveva fare…Tra qualche anno i giocatori sgomiteranno per andare a giocare lì. Il campionato statunitense crescerà tantissimo, e saranno probemi per tutti. Quindi sempre su Giovinco: “Sebastian lo conosco, non è andato in Canada per svernare, ha fatto una scelta importante, era un opportunità da prendere al volo. Prosegue: “Forse in nazionale partirà un po’ svantaggiato, come Diamanti e Gilardino, ma se meriterà lo terrò d’occhio“.

Sul momento del calcio italiano: O non si vuole vedere o si fa finta di non vedere. I presidenti di Serie A parlano sempre di momento di transizione, ma continuando così lo diventeremo sempre di più. Aggiunge: “Lo avevo già detto dopo l’Albania, veniamo da un Mondiale disastroso, ma sembra che ne siano dimenticati tutti. E’ vero che non ci sono soldi, ma questo è un motivo in più per cercare di scoprire i talenti, altrimenti non riusciremo a porre le basi per il futuro”.

Gli viene chiesto se possa essere un esempio il modello tedesco:Mi auguro che un giorno un ct dell’Italia possa fare il discorso di Löw. Ha ringraziato tutti: federazione, lega, i club che hanno seguito un progetto comune provandosi di interessi a livello personale. Ce l’hanno fatta perchè sono tedeschi. Poi aggiunge: Anche il Belgio, che è una Nazionale più piccola, ha tutta gente che gioca nelle squadre top. Io invece ho tra gli otto e i dieci panchinari nelle convocazioni.

Leggi anche: News Juve, Antonio Conte oggi pomeriggio a Vinovo