Conte contro la Juve: "Nessuno criticava i miei allenamenti"

Conte replica le parole di Elkann e va contro la Juventus: “Quando ero a Torino nessuno criticava i miei allenamenti”

Conte non ci sta e risponde alle illazioni ricevute da Elkann ribattendo con la sua consueta grinta: “A me non piace chi mette il mio passato contro di me.” – continua – “Quando allenavo la Juventus non mi aveva mai fatto pesare il fatto che facessi fare allenamenti duri. Io sono abituato alle critiche, ci vivo.

Il cittì, poi, pone la sua attenzione su quello che è l’impegno, più importante, per la Nazionale: “Ora basta parlare, voglio solo concentrarmi e pensare alla partita contro la Bulgaria“.

Nella partita di questa sera chi scenderà in campo al posto di Marchisio è il dubbio del giorno che Conte ha già scongiurato poichè ha spiegato: “Al posto di Marchisio giocherà Bertolacci“.

Si parla dell’accoglienza che il selezionatore pugliese troverà a Torino e la sua risposta, seccata, è stata: “L’accoglienza? Penserò solo a riabbracciare mia figlia”

Chi cerca di placare gli animi è Buffon, capitano della Nazionale e della Juventus: “Non bisogna dimenticare quello che Conte ha fatto da allenatore e da giocatore per la Juventus, bisogna rispettarlo come sono sicuro avverrà allo Juventus Stadium.” – continua – “Claudio si sarebbe potuto infortunare in qualsiasi altra situazione. Era destino”