Copenaghen-Juventus, è un ritorno al Parken Stadium per i bianconeri

La Juventus di Antonio Conte tornerà a giocare in Danimarca domani sera contro il Copenaghen dopo solo un anno, nello stesso stadio in cui affrontò il Nordsjaelland la scorsa stagione. Il Parken Stadium di Copenaghen non ha lasciato di certo un buon ricordo ai tifosi bianconeri, che tornarono dalla trasferta danese con un solo punto. I danesi andarono in vantaggio con Beckmann e poi furono raggiunti da un gol di Mirko Vucinic. L’assedio finale alla porta danese non portò frutti e i bianconeri si dovettero accontentare del pareggio, a causa del fortino difensivo costruito dalla squadra considerata la cenerentola del girone. Il risultato comunque non compromise la qualificazione agli ottavi della squadra bianconera, nonostante tutti i tifosi si aspettassero una facile vittoria. Non ci sarà dunque da scherzare domani contro il Copenaghen, squadra che la Juventus non ha mai affrontato in competizioni ufficiali.

Vucinic Nordsjaelland

I bianconeri contano anche un altro precedente in terra danese, ma si deve tornare indietro agli anni ’80, quando la Champions League era denominata Coppa dei Campioni. Era il settembre del 1982, alcuni mesi dopo il trionfo dell’Italia ai Mondiali di Spagna ’82. Si giocavano i sedicesimi di finale del torneo e nella rosa bianconera c’erano ben sei campioni del mondo, oltre agli stranieri Platini e Boniek. L’avversario di allora era il Hvidovre, che fu sconfitto per 4-1 grazie alle reti proprio di Michel Platini e di Rossi, Brio e Cabrini.

Leggi anche –> Copenaghen-Juventus, le probabili formazioni
Leggi anche –> Copenaghen-Juventus, focus sul primo avversario in Champions dei bianconeri
Leggi anche –> Copenaghen-Juventus, tutte le ultime news