Coppa d’Africa 2015, Ghana in Finale tra scontri e violenza

Abbiamo due cronache da fare sulla seconda semifinale della Coppa d’Africa del 2015. Una riguarda la partita, o meglio, gli 82minuti di  partita giocata, che ha visto un super Ghana dominare sui padroni di casa della Guinea Equatoriale, e andare in rete in tre occasioni.

A sbloccare il risultato è un calcio di rigore netto,  concesso per  l’atterramento di Appiah da parte del portiere al 42esimo minuto, realizzato da Jordan Ayew. Il raddoppio arriva con un contropiede da manuale prima della fine del primo tempo concluso da Wakaso. Nella ripresa è l’altro Ayew, Jordan, il migliore in campo a siglare il 3-0 al 75esimo.

Da quel momento in poi inizia l’altra partita. I tifosi della Guinea Equatoriale iniziano un fitto lancio di oggetti verso il campo e verso i tifosi del Ghana, appostati nella curva alle spalle della porta difesa portiere della Guinea Equatoriale. In pochi minuti la situazione degenera. I tifosi della Guinea si dirigono verso i pacifici e colorati ghanesi. Una dinamica simile a quella dell’Heysel, dove la fortuna è che i Ghanesi riescono a scendere in campo e a posizionarsi sotto dietro la porta della Guinea. Piovono oggetti sulle loro teste e la sicurezza riesce a metterli a riparo. La partita riprende per tre minuti e poi arriva il triplice fischio. Fuori intanto continuano gli scontri. Una triste serata.

Leggi anche: