Cori antisemiti dei tifosi della Juventus, lo Stadium a rischio squalifica?

A finire sulle cronache non sportive sono ancora i tifosi della Juventus. I supporter bianconeri questa volta avrebbero, durante la partita che ieri la squadra torinese ha vinto contro la Fiorentina per 1-0, gridato cori antisemiti. A denunciarlo è il presidente dell’Unione elle Comunità Ebraiche Italiane, Renzo Gattegna, e il presidente del Maccabi, l’associazione sportiva ebraica italiana, Vittorio Pavoncello.

“Ancora una volta l’imbecillità di alcune frange del tifo è tornata a palesarsi durante una partita di calcio – afferma Gattegna – Gli indecenti cori antisemiti pronunciati da un gruppo di tifosi della Juventus nel corso del nono minuto dell’incontro casalingo con la Fiorentina, cori amplificati e propagati anche durante la diretta televisiva, sono la triste conferma di quanto ancora resti da fare per sradicare odio e pregiudizio dove dovrebbero invece albergare valori di lealtà, passione agonistica, amore per lo sport”.

Fiorentini non italiani, ma soltanto una massa di ebrei”, questa la frase che è stata pronunciata più volte dai tifosi bianconeri: “Le frange più reiette del tifo bianconero hanno colpito. – scrive Pavoncello – Sono sicuro che la dirigenza della Juventus e il suo presidente sapranno intervenire, altrimenti il nuovo stadio sarà imbrattato da un nuovo, cupo antisemitismo. Spero, inoltre, che la giustizia sportiva faccia il suo corso, senza sconti”. Tutto questo nonostante gli stessi tifosi juventini siano stati già squalificato per via delle espressioni di discriminazione territoriale contro i napoletani.

Leggi anche — > Juventus, gli insulti alla tragedia di Superga costano solo una multa