Corsa Scudetto, Juventus e Roma in classifica la distanza diminuisce

Che il campionato non fosse finito dopo la vittoria della Juve contro la Roma lo sapevamo tutti ma nessuno credeva che i bianconeri arrestassero la propria corsa al Mapei Stadium. I punti fra la Juventus ancora capolista e la Roma che insegue da 3 sono diventati 1 e questo è, sicuramente, interessante per la lotta scudetto.

Quello che i due anticipi hanno evidenziato è il fatto che la Juve è stata poco cattiva sotto porta. L’1-1 è un risultato molto bugiardo poiché, è vero che il Sassuolo ha giocato una partita magnifica usufruendo dei contropiedi per segnare e approfittando dell’unico tiro in porta per colpire, ma il match è stata dominato dai bianconeri. La Juventus, invece, ha trovato un Consigli in serata positivissima e l’unico difetto di cui la si può incolpare è l’essere stata poco cinica, soprattutto nel primo tempo, quando ha sprecato le tantissime occasioni create.

Poco tempo prima, la Roma, surclassava un mediocre Chievo con la potenza di un carrarmato e la bravura di un cecchino poiché ha segnato ogni qualvolta che ha tirato in porta. In questo momento la Roma è più forte della Juventus perché ha la cattiveria e la fame di chi vuole annientare coloro i quali hanno dominato, in lungo e in largo, da tre anni a questa parte, il campionato italiano. I bianconeri, invece, soffrono un po’ della malattia di chi si adagia sulle vittorie passate che, ora come ora, non contano niente.

Il campionato, tutti se lo augurano, sarà apertissimo fino all’ultima giornata, infatti, Allegri e Garcia dovranno essere bravi a saper gestire le forze dei propri giocatori. Il cammino per diventare o riconfermarsi campioni d’Italia è lunghissimo e pieno di insidie. Una di queste porta il nome di Champions League che, purtroppo o per fortuna, può scaricare o caricare i giocatori a livello fisico ma soprattutto mentale. Diventerà campione chi riuscirà, a Maggio, ad essere più “fresco”.

Leggi anche: