Cosa succede se mangi maionese scaduta da un mese? La risposta sconvolge

La maionese è una salsa molto particolare perchè composta da ingredienti delicati, quindi va consumata in modo adatto. Ma cosa succede se mangi maionese scaduta da un mese?

In generale la maionese è uno dei prodotti che dopo la scadenza non andrebbe usato, almeno per quanto riguarda mangiarla, anche se molti affermano che bisogna prima testarne la freschezza, ma essendo un prodotto ad alto rischio intossicazione non è comunque consigliabile l’uso a meno che questa non sia stata conservata ancora intatta e cioè senza mai essere stata aperta e tenuta in ambiente consono.

Bisogna prestare molta attenzione, perchè molte intossicazioni alimentari si verificano proprio a causa dell’utilizzo di maionese conservata male.

I sintomi più comuni dell’intossicazione alimentare in genere compaiono entro 2-6 ore dopo aver mangiato. Questo tempo può essere più lungo, anche alcuni giorni, a seconda della causa. La maggior parte delle persone guariscono completamente dai più comuni tipi di intossicazione alimentare entro 12-48 ore.

La maionese può portare allo stafilococco?

La maionese rientra proprio tra i cibi che possono più facilmente portare ad intossicazione da stafilicocco, insieme a i preparati a base di carne, le creme, i prodotti di pasticceria, i gelati, le paste farcite, il latte non pastorizzato e mal conservato, alimenti precucinati, prodotti ittici trasformati.

Questa è un’intossicazione da non sottovalutare anche se ha un periodo di incubazione molto breve: dai trenta minuti alle tre ore circa, a seconda sia del quantitativo di enterotossine che sono state assunte con gli alimenti contaminati che della sensibilità individuale.

Ecco come si manifesta l’intossicazione da stafilococco

I sintomi di questa intossicazione sono improvvisi, si dimostrano sotto forma di forte nausea, diarrea, vomito, dolori addominali crampiformi. In alcuni casi potrebbero verificarsi anche febbre e cefalea, mentre nei casi più gravi si potrebbero verificare anche stati di shock.

In genere questo attacco di intossicazione non supera le 12 ore, solo in rarissimi casi si è verificato il decesso.

Come evitare l’intossicazione da stafilococco

Una vera e propria prevenzione non esiste, ma di certo conservare nel modo corretto i cibi come la maionese diminuisce e di molto il pericolo di questa intossicazione.

Una scorretta conservazione dei cibi, inoltre, provoca la crescita dei batteri e la produzione delle enterotossine. E’ bene sapere, inoltre, che non è detto che una successiva cottura riesca a distruggere completamente anche queste ultime.

Si può mangiare quindi la maionese scaduta da un mese?

Come accennato se questa è conservata in modo corretto e con la confezione intatta si potrebbe anche consumare, ma vale la pena rischiare un’intossicazione per mangiare un prodotto scaduto che non ha nemmeno costi elevati? Il buonsenso direbbe che è sicuramente meglio buttarla o riciclarla per altri usi.