Crisi Milan, Inzaghi esonerato se non vince contro il Cesena

Filippo Inzaghi potrebbe essere esonerato se non dovesse vincere contro il Cesena, che il Milan, in piena crisi, affronterà domenica alle ore 15.00 al Meazza. Il condizionale è d’obbligo, perchè già dopo la doppia sconfitta contro la Lazio “Superpippo” sembrava essere a un passo dall’esonero, ma stavolta le possibilità che possa esserci la svolta sembrano maggiori.

Il pareggio contro i toscani è stato visto infatti come un brutto passo indietro rispetto alla partita contro la Juventus, dove pur perdendo, il Milan aveva giocato una buona gara, mettendo, se pure a tratti, in difficoltà i Campioni d’Italia in carica. Invece contro l’Empoli i rossoneri sono stati surclassati sul piano del gioco, e questo non può essere accettato, ne dal pubblico rossonero, ne tantomeno dalla proprietà, che dall’avvento di Silvio Berlusconi, ha sempre desiderato una filosofia d’attacco, tesa a dominare la partita e l’avversario.

Certamente questo non è il miglior Milan dell’era Berlusconi, ma la sensazione che qualcosa si sia incrinato nello spogliatoio c’è, e la dirigenza sta iniziando probabilmente a pensare che un tecnico giovane come Inzaghi non sia più adatto a guidare la squadra. Ecco che dunque in caso di esonero, la scelta ricadrebbe su Tassotti, che da anni è il vice-allenatore dei rossoneri, e conosce lo spogliatoio di Milanello come nessun altro allenatore.

Leggi anche: Milan-Empoli 1-1: Voti Fantacalcio Ufficiali Gazzetta dello Sport

Leggi anche: Gol Milan-Empoli 1-1 Video Highlights e Sintesi (Serie A 2014-15)