Curiosità Inter: I peggiori acquisti di Marco Branca

Dici Marco Branca ad un interista e subito ti elencherà i suoi errori: in effetti, il direttore tecnico ormai in procinto di divorzio con la società di Corso Vittorio Emanuele, di sbagli ne ha commessi tanti. Tanti sono stati gli acquisti non azzeccati, che si sono rivelati dei veri e propri flop.

Noi di Calciomercato-Inter abbiamo voluto ripercorrere quelli che, a nostro avviso, sono stati i 5 peggiori acquisti di sempre dell’ex calciatore nerazzurro e che, sicuramente, tutti ricorderanno.

1) Al primo posto vogliamo mettere QUARESMA: il portoghese fu fortemente desiderato dall’allora allenatore dell’Inter José Mourinho ma, in quel caso, fu anche lo Special One a vederci male. Quello che doveva essere un colpo di mercato, si rivelò un panchinaro fallimento. Acquistato dall’Inter a settembre 2008 fu valutato per 18.6 milioni di euro. Buono l‘esordio contro il Catania, in cui segnò subito un gol; successivamente, iniziò a collezionare una lunga serie di panchine e di non convocazioni. Fu inoltre messo fuori rosa da Mourinho per la Champions League 2008-2009. Girato in prestito al Chelsea per un anno, Quaresma torna all’Inter la stagione successiva, ma avrà a che fare con la panchina e non con il rettangolo di gioco. A giugno 2010 viene, finalmente, ceduto al Besiktas per 7,3 milioni di euro.

2) Al secondo posto, come non inserire ALVARO PEREIRA? Recentemente partito alla volta di San Paolo, società che lo detiene in prestito per un anno e mezzo, alla sua partenza tutti gli interisti hanno tirato un sospiro di sollievo. Un “bidone” di meno, insomma. L’uruguaiano fu acquistato dalla dirigenza interista ad agosto 2012 per 10 milioni di euro e nell’Inter non ha particolarmente brillato per bravura, tant’è che è stato insignito del premio Calciobidone Jolly (un premio assegnato dal periodico Guerin Sportivo come calciatore più deludente dell’anno). Qualcosa vorrà pur dire.

3) Il terzo posto se lo merita EZEQUIEL SCHELOTTO. L’argentino naturalizzato italiano, attualmente in prestito al Parma, passò all’Inter a gennaio 2012, pagando all’Atalanta 3,5 milioni di euro più metà cartellino di Marko Livaja. Non brillò nemmeno lui nell’Inter di Stramaccioni, se si esclude il gol nel derby del 24 febbraio 2013, che valse l’1-1 finale. Un gol più di fortuna che di bravura, forse. Assolutamente non desiderato da Mazzarri, viene subito messo fuori rosa fino a che, a fine agosto, passerà in prestito al Sassuolo.

4) E FORLAN ve lo ricordate? Uno dei peggiori acquisti di Branca non può non essere lui. Acquistato dall’Atletico Madrid per 5 milioni di euro, viene subito messo in lista Uefa per giocare la fase preliminare a gironi della Champions League. Successivamente, l’Inter si rende conto che l’uruguaiano non potrà essere utilizzato nella suddetta competizione, perché aveva già disputato le fasi preliminari di Europa League con il club spagnolo. Ceduto dopo un anno in Brasile, anche lui si aggiudica il titolo di bidone straniero, in un sondaggio lanciato dal web. Tutti all’Inter, i bidoni. Tutti di Marco Branca.

5) Al quinto posto vogliamo mettere KUZMANOVIC. Acquistato e presentato assieme a Schelotto, Kuzmanovic rappresenta, forse, uno dei più grossi problemi dell’Inter attuale. Più volte la società ha tentato di venderlo in questa ultima sessione di  mercato conclusasi recentemente, ma invano. Il serbo è rimasto, ahinoi, all’Inter e dovremo tenercelo almeno fino a giugno. L’ex Fiorentina ha disputato 21 partite con l’Inter ed è stato acquistato da Branca & Co. per la cifra di 2 milioni di euro.

Leggi anche -> Thohir vende il Dc United per coprire i debiti dell’Inter?

Leggi anche -> Mercato Inter, Rolando verrà riscattato?