Curva Juventus chiusa con la "sospensiva": la decisione di Tosel

Aveva dichiarato di non transigere agli episodi di razzismo e discriminazione territoriale, il giudice sportivo Gianpaolo Tosel. Ne aveva data dimostrazione già la settimana scorsa con la chiusura delle curve di Milan, Inter, Torino e Roma dopo i ripetuti cori offensivi contro i napoletani, seppur avendo sospeso la pena per un anno. Stavolta, è toccato alla Juventus ed in particolare, allo Juventus Stadium.

Difatti, è di pochi minuti fa il comunicato ufficiale nel quale si afferma: “[…]i tifosi della Juventus, situati nel settore “Curva Sud” primo anello e secondo anello intonavano il seguente coro: – lavali con il fuoco, Vesuvio lavali con il fuoco -. Il coro, intonato dagli interi settori sopra indicati veniva chiaramente percepito dagli scriventi posizionati sulla linea mediana in corrispondenza delle panchine delle due squadre. Identico coro è stato intonato sempre nei medesimi settori sopra indicati (Curva Sud, primo e secondo anello) tra il 9° ed il 10° minuto del primo tempo e tra il 63° ed il 64° del secondo tempo. Infine, sempre lo stesso settore (Curva Sud, primo e secondo anello tra il 64° ed l 65° minuto ha intonato il seguente coro: – senti che puzza scappano anche i cani stanno arrivando i napoletani. Oh colerosi terremotati che con il sapone non vi siete mai lavati, Napoli m…. Napoli colera sei la vergogna dell’Italia intera, napoletano lavora duro che a Maradona devi dare pure il c… – . […]ritenuto che la condotta dei sostenitori della soc. Juventus integra inequivocabilmente, senza la necessità di ulteriori approfondimenti, gli estremi del “comportamento discriminatorio per origine territoriale”, rilevante ai fini sanzionatori per “dimensione e percettibilità” (art. 11, nn. 1 e 3 CGS)”, considerato che trattasi di “prima violazione” e che appare equo quantificare la consequenziale sanzione nel minimo edittale (art. 18, comma 1 lettera e) CGS) e sospenderne l’esecuzione nei termini ed alle condizioni di cui all’art. 16, n. 2 bis CGS per la concreta e continuativa collaborazione offerta dalla soc. Juventus all’Autorità di PS nell’attività di prevenzione di fatti violenti e discriminatori“.

Pallone Serie A 2013/2014

Il comunicato quindi conclude: “Per Questi Motivi delibera di sanzionare la soc. Juventus con l’obbligo di disputare una gara con il settore denominato “Curva Sud primo e secondo anello” privo di spettatori, disponendo che l’esecuzione di tale sanzione sia sospesa per un periodo di un anno, con l’avvertenza che, se durante tale periodo sarà commessa analoga violazione, la sospensione sarà revocata e la sanzione sarà aggiunta a quella comminata per la nuova violazione“.

Leggi anche –> Incidente stradale per Mario Balotelli

Leggi anche –> Parma-Milan, 3-2: i gol e gli highlights