Da Cissokho a Rami: quando le visite mediche si complicano

Adil Rami, presentato negli scorsi giorni come nuovo acquisto per rinforzare il reparto arretrato della squadra di Allegri, potrebbe non arrivare. Infatti le visite mediche, congiuntamente a MilanLab, avrebbero messo in mostra alcune situazione cliniche pregresse allarmanti, tanto da far pensare ad un annullamento dell’operazione.

In serata sono arrivate le parole dell’intermediario della trattativa tra il Club di Via turati ed il Valencia, ovvero Ernesto Bronzetti, il quale ha dichiarato la non veridicità della notizia ed il possesso del documento che attesta l’idoneità fisica sportiva nelle mani dell’agente del calciatore Jean Pierre Bernès.

Non sarebbe la prima volta che un “neoacquisto” si troverebbe costretto a veder infranto il sogno di vestire la casacca rossonera a causa delle visite mediche. Il caso più clamoroso fu quello di Aly Cissokho, terzino sinistro attualmente al Liverpool, ma che nel 2009 è stato ad un passo dall’arrivo a Milanello.

Aly Cissokho

Sembrava tutto fatto: il Milan era felice dell’esito della trattativa, il calciatore onorato di far parte del Club ma alla fine non se ne fece niente a causa di un problema odontoiatrico riscontrato durante le visite mediche. La storia in quel caso ha dato nettamente torto ai medici rossoneri, con Cissokho che ha disputato delle buone stagioni senza mai registrare particolari problemi fisici.

Nel caso di Adil Rami la tifoseria rossonera spera si tratti solo di un intoppo e che finalmente possa giungere agli ordini di Allegri il tanto agognato rinforzo difensivo.

Leggi anche-> Alla ricerca di un investitore straniero…

Leggi anche-> In ritiro per ritorvarsi…

Leggi anche-> L’emergenza infortuni rientra