De Jong contro Inzaghi: "Non sei degno di allenare il Milan"

Il Milan arriva al turno infrasettimanale contro il Genoa nel peggiore dei modi: fuori dalla corsa per l’Europa League, con una crisi di gioco e risultati da fare imbarazzo e con lo spogliatoio divenuto una vera e propria polveriera. L’ultimo ammutinamento è quello di Nigel De Jong che, secondo Repubblica, dopo la disastrosa trasferta di Udine avrebbe detto ad Inzaghi:” Tu non sei degno di allenare il Milan, non hai alcuna dignità“.  L’episodio, verificatosi sull’autobus che riportava la squadra a Milano, sarebbe esploso dopo le durissime parole del tecnico che, dopo la sconfitta contro l’Udinese, aveva detto: “Vergognatevi! Non meritate di indossare questa maglia“.

Insomma a Milanello tira aria pesante, soprattutto Inzaghi sembra ormai aver perso bussola e credibilità tanto agli occhi di Silvio Berlusconi che non ha perseguito la via dell’esonero solo per le ben note vicende societarie e per l’inutilità di un eventuale cambio vista l’assenza di obiettivi per i quali lottare, quanto nei confronti della squadra, dal momento che dopo le parole del mastino olandese in molti avrebbero sogghignato mentre altri non avrebbero neanche alzato la testa da tablet e smartphone.

Pare inoltre che dopo le dure accuse di De Jong che, come detto, ha definito Inzaghi indegno e non da Milan, lo stesso centrocampista orange avrebbe tentato invano di convincere Inzaghi dell’inutilità del ritiro coatto voluto dal coach per punire lo scarso impegno dei suoi uomini.

Desta sorpresa il fatto che ad attaccare Filippo Inzaghi sia stato proprio De Jong, uno di quelli cioè che ha sempre difeso il tecnico a spada tratta e che ha finito col muovere nei suoi confronti accuse pesanti che hanno toccato sul personale Superpippo, abbandonato anche dai suoi uomini migliori e ormai pronto a salutare i colori un tempo amici.

Leggi anche: