Del Piero a Sky: "Juve straordinaria, Conte pensi bene al suo futuro"

Alessandro del Piero, a margine dell’inaugurazione della mostra “power or 10”del celebre fotografo statunitense Steve McCurry, ha rilasciato ai microfoni di sky alcune importante dichiarazioni sulla Juventus.

Dopo essersi congratulato con i suoi ex compagni per la conquista del terzo scudetto consecutivo (“Meritano i complimenti, hanno ottenuto un risultato importantissimo”) l’ex capitano bianconero  ha parlato dell’eliminazione dall’Europa League e del futuro di Conte: Credo che la delusione per la mancata qualificazione alla finale e quindi l’opportunità di giocare la finale in casa, sia la più fresca e la più reale e questo per le ambizioni della società, per le ambizioni del gruppo, dell’allenatore e dei giocatori, sicuramente rappresenta non una cosa positiva. Come credo anche l’eliminazione dalla Champions League che è arrivata nei minuti finali. Queste sono le pagine meno positive della loro stagione. Però è innegabile che quello che è stato il loro percorso in campionato debba far pensare a qualcosa di straordinario, di bello, quindi i tifosi non devono pensare assolutamente a quello che poteva essere ma sottolineare quella che è stata una cavalcata strepitosa, la vittoria di un nuovo Scudetto che non è facile, non è mai facile.

In ogni caso Pinturicchio cerca di non sbilanciarsi, e si esprime così: “Cosa farei se fossi in Conte? Non ne ho la più pallida idea. Non so da dove nasce questa situazione, devo dire che quello che ha creato lui qua è qualcosa di decisamente significativo, quindi indubbiamente credo che lui ci rifletterà bene, bene, bene, fino in fondo, se lasciare o no. Di questo ne sono certo, quindi vedremo. Prima di rompere una cosa che funziona, sebbene abbia sottolineato che le ambizioni sono un po’ difficili per quanto riguarda il calcio internazionale…. I trofei internazionali sono difficili da perseguire, non lo so… è difficile dare un giudizio, pensare a cosa uno potrebbe fare se non c’è dentro. E io non ci sono dentro da due anni”.

Non poteva mancare una battuta su Carlos Tevez, suo erede in bianconero, l’uomo che ha scelto il suo numero 10 ed è entrato nei cuori dei tifosi bianconeri nelle esti di nuovo bomber:” Quando uno fa tanti gol, vuol dire che ha fatto una stagione importante. E quello che è accaduto alla Juventus, di per sé, per lui oggi è qualcosa di importante. Speriamo che possa continuare su questa linea, che possa fare anche meglio, anche in campo europeo e che possa consolidare questa sua grande annata iniziale”.

Leggi anche –>“Nessuno è indispensabile”, frecciata di Andrea Agnelli a Conte

Leggi anche –> Incontro Agnelli-Conte durante l’amichevole tra Juventus e Vicenza