Denunciato il “tifoso” che insultò Juan Jesus

Alla fine è arrivata la condanna per la persona che lo scorso 26 settembre insultò pesantemente con parole razziste il difensore della Roma Juan Jesus attraverso Instagram.

A denunciare il fatto era stato in primis il giocatore stesso seguito poco dopo dalla Roma, che si è subito distinta per la dura presa di posizione con un Daspo permanente presso lo stadio Olimpico.
Oggi è la Digos di Roma che fa scattare la denuncia di stalking e minacce aggravate da odio razziale, e Daspo di 3 anni presso tutti gli stadi.

L’autore del gesto è un uomo di 36 anni non affiliato ad alcun gruppo ultras romanista.