Difensori Milan 2015, la rivincita di Zapata: da partente a titolare

Sembrava pura fantasia alla fine della scorsa stagione, ma ora incredibilmente il centrale difensivo colombiano del Milan Cristian Zapata ha convinto proprio tutti, a cominciare da Filippo Inzaghi che nella partita di esordio contro la Lazio lo ha scelto come secondo centrale al fianco del nuovo acquisto Alex. L’ex difensore dell’Udinese quindi si prende la sua rivincita, almeno per il momento, dopo una stagione assolutamente da dimenticare e un rapporto non proprio idilliaco con l’ex tecnico rossonero Clarence Seedorf.

A tal proposito il Milan, dopo l’acquisto del centrale franco-marocchino Adil Rami e dello stesso Alex, aveva pensato di cederlo, ma su precise direttive di SuperPippo Inzaghi – e diciamoci la verità, anche per mancanza di offerte concrete – ha poi deciso di farlo rimanere in squadra. Per il momento i fatti stanno dando ragione al tecnico rossonero e alla dirigenza, anche se bisogna ammettere che la stagione è appena cominciata e le prove saranno sempre più toste di giornata in giornata, a cominciare dalla sfida di domenica prossima contro il Parma.

Non è solo al Milan che Zapata si sta facendo notare: il giocatore si sta infatti ritagliando uno spazio importante anche nella sua Nazionale. Proprio nella gara amichevole giocata ieri sera tra Colombia e Brasile, nonostante la sconfitta per 1 a 0 ad opera di Neymar arrivata a soli 7 minuti dalla fine, Zapata è stato uno dei migliori della sua Nazionale. Certo, la concorrenza con gli altri centrali del Milan sarà agguerritissima fino alla fine, ma se il colombiano dovesse continuare così la maglia da titolare fisso nella difesa milanista diventerebbe sicuramente sua.

Leggi anche: